Dopo la protesta davanti alla casa del sindaco di Pesaro la Polizia ha già deferito una quindicina di persone

Dopo la protesta davanti alla casa del sindaco di Pesaro la Polizia ha già deferito una quindicina di persone

PESARO – Nella serata di ieri 28 luglio, a Pesaro in Piazzale della Libertà, si è tenuta una manifestazione di protesta contro l’introduzione della misura per il contenimento del contagio da Covid-19 denominata “Certificazione Verde”, organizzata e preannunciata dal locale Comitato Salute e Diritti, con la partecipazione di circa 400 persone.

“Al termine dell’iniziativa, svoltosi regolarmente – si legge in una nota diffusa dalla Questura di Pesaro e Urbino -, alcuni partecipanti si sono spostati in corteo verso il centro storico, concludendo l’iniziativa alle ore 22.

“Un gruppo di manifestanti del corteo, sempre seguito dal personale impiegato nel servizio di ordine pubblico, ha continuato a percorrere altre vie del centro cittadino. Giunto nei pressi  dell’abitazione del sindaco di Pesaro, ha intonato slogans contro quest’ultimo e contro la misura della Certificazione Verde. L’intervento immediato del personale di servizio ha consentito di allontanare i manifestanti senza che si verificassero incidenti e di identificarne una quindicina, risultanti far parte dei movimenti No Vax, #Ioapro e Casapound,.

“Sono in corso ulteriori accertamenti da parte della Digos della Questura di Pesaro, anche mediante l’esame delle foto e dei filmati effettuati dalla Polizia Scientifica, proprio al fine di identificare gli autori. Tutti i manifestanti identificati sono stati deferiti all’Autorità giudiziaria”.

 

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.altrogiornalemarche.it
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: