Le botteghe artigiane del centro storico fondamentali per migliorare Fabriano

Le botteghe artigiane del centro storico fondamentali per migliorare Fabriano

di DANIELE GATTUCCI

FABRIANO – “Le botteghe artigiane del centro storico sono fondamentali se vogliamo cambiare la città”. Questa affermazione del responsabile del mandamento di Fabriano di Confartigianato, Federico Castagna, riassume bene una visione di cui si è parlato spesso ma molto meno è stata concretizzata. Clever Fiori, in arte Shido, è tra gli artigiani che la Confartigianato può vantare capace di “mettere a terra” il concetto di peculiarità dell’impresa artigiana: “Qualità nel lavorare, formazione continua, attenzione alla persona e al suo benessere e come nel caso di Clever, utilizzo di prodotti di alta qualità e anche per i suoi collaboratori totale concentrazione sul benessere del cliente”.

Come dire: servizio completo di barba e capelli, quello che il giovane Fiori, fondatore di Shido Barbershop, offre nella sua struttura aperta in via Cialdini 38. “La nostra Barberia – ci risponde – nonché l’unica e la prima a Fabriano, è la sola a credere e ad investire nel look dell’uomo, una cura che da anni si è persa. Noi accudiamo l’uomo a 360 gradi. Nella nostra bottega l’uomo ama apparire al meglio, sia per quanto riguarda il taglio, eseguito con tecniche super aggiornate nelle migliori Barberie del centro sud e del sud, sia per quanto riguarda la barba, rispolverando antiche tecniche e inserendone altre innovative. Investiamo inoltre su tutto ciò che riguarda la cura propria anche da casa, con consigli e prodotti da utilizzare autonomamente e con strumenti specifici per migliorare sempre di più l’aspetto dei nostri cari clienti. Il nostro cavallo di battaglia è la passione che mettiamo nel nostro lavoro, proprio come i veri artigiani di un tempo”.

Nel contesto economico odierno, tracciato da dinamiche globalizzanti, sembra esserci poco spazio per le peculiarità espresse da Shido85, impresa artigiana che era così tanto radicata nei singoli territori di appartenenza, ma proprio qui, e in particolare nei centri storici che questo tipo di impresa dimostra di sapersi adattare, orientandosi alla qualità e al tempo stesso all’innovazione, proprio per rispondere alle nuove esigenze richieste dalla competizione globale.

Clever, ha iniziato la sua attività nel 2014 in un salone non suo e acquisendo pratica e teoria nel 2019, da non dimenticare nel pieno della pandemia, nel cuore del centro storico, tra non poche difficoltà, apre “Shido Barber Shop”.

“Sono fiero di essere arrivato ad oggi, di crescere non soltanto in città ma anche nel resto del territorio – ci risponde – il mestiere di artigiano barbiere che comincia più di due milioni di anni fa, durante il paleolitico, dove si pensava che tagliare i capelli fosse una sorta di buon auspicio contro oscuri presagi, consente ai giovani di poter scegliere una professione non certo priva di soddisfazioni, nel mio Salone ho ottenuto di nuovo la fiducia di una fetta della clientela dove lavoravo prima, acquisendo tanti nuovi clienti”.

Il segreto? “Dare importanza alla persona, accoglierlo in un luogo dove arredamento, colori, musica, profumi, devono suscitare emozioni al cliente, farlo sentire bene e portarlo a commentare: è il Barber shop giusto per me”.

In definitiva, Clever Fiori, che ha aperto la sua “bottega” ad altri due collaboratori, è la prova che l’artigianato tipico, oltre quello artistico, tradizionale, di produzione, di servizi alle imprese e alla persona rappresenta una vera risorsa, una occasione da vedere in un’ottica di sviluppo economico e sociale della città e del territorio che favorisce crescita e creazione di nuovi posti di lavoro, recuperando locali del centro storico che purtroppo sempre di più hanno anonime e penose serrande abbassate.

 

 

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.altrogiornalemarche.it
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: