A Castelfidardo positivo esordio tra i professionisti per Charlemagne Metonyekpon

[themoneytizer id=17589-1]

A Castelfidardo positivo esordio tra i professionisti per Charlemagne Metonyekpon

CASTELFIDARDO – Esordio positivo per Charlemagne Metonyekpon che, passato fra i professionisti, ha battuto prima del limite il serbo Marko Pavlovic per Kot alla 5^ ripresa. Più raccolto, il pugile di Castelfidardo ha cercato subito di accorciare mentre il serbo, notevolmente più alto ed in possesso di un allungo superiore si affidava a colpi lunghi in diretto tentando di prendere d’incontro l’avversario.

Una prima ripresa a favore di Metonyekpon che riusciva a piazzare un paio di diretti destri al volto che il serbo dimostrava di non gradire. Poi due riprese in sostanziale equilibrio con Pavlovic teso ad addormentare il match ed a ricorrere a plateali tenute non appena l’avversario riusciva ad annullare le distanze. Nella quarta tornata il pugile di casa riusciva ad accorciare ed a colpire ancora efficacemente di destro in diretto e Pavlovic cominciava a denotare una certa sofferenza per colpi al corpo.

Nella quinta ripresa Megtonyekpon centrava l’avversario con un gancio montante allo stomaco e Pavlovic si piegava in due e subiva a terra un primo conteggio. Erano le avvisaglie di una fine imminente ed il pugile di casa intensificava la sua azione con ganci e montanti al bersaglio grosso; Pavlovic cercava di legare ma poi subiva altri due conteggi su altrettanti colpi al plesso solare e, all’arbitro Di Clementi, non  restava che interrompere il combattimento diventato impari e pericoloso. Una buona prova quella  del pugile di Castelfidardo, che superata l’inevitabile emozione del primo incontro, ha boxato con sufficiente scioltezza ed al momento opportuno ha saputo dare concretezza alla propria azione. Si punta molto, in loco, su questo atleta che da dilettante ha dato grosse soddisfazioni che riteniamo possa bissare anche a torso nudo.

Fra i dilettanti le finali degli elite 2^ serie in cui ha primeggiato nei 64 kg il maceratese Gironelli che ha regolato Scipioni della Lionheart. Il ragazzo boxa per linee interne, ha un  ottimo controllo del combattimento, porta tutti i colpi e riesce a colpire efficacemente anche in fase di disimpegno. Sicuramente il migliore pugile della serata e come tale ha conseguito anche un premio.

Scambi durissimi far Kpogo di Castelfidardo e Alpaca di Foligno. Un kd a testa ma indubbiamente una classe superiore del colored che avrebbe potuto anche chiudere le operazioni anzitempo.

Fra gli ospiti da segnalare Norvetta di Foligno che ha dominato il confronto contro Brunone di Castelfidardo soprattutto per la sua boxe lineare ed un destro d’incontro che porta con potenza e scioltezza

Ufficiali di Servizio: Neleka, Di Clementi, Battilà, Longarini; Commissario di Riunione: Bianchini; Medico di bordo ring: Marinelli

I risultati

Dilettanti kg 56: Gramaccini (Acc. Pug. Maceratese) b. Carelli (B.C.Castelfidardo); Kg 60: Serpilli (Upa) b. Battistoni (B.C.Castelfidardo);Terruccidoro (B.C. Castelfidardo) b. Sensini (Boxe Foligno); Perdichizzi (B.C.Castelfidardo) b. Leoni (Foligno Boxe); Kg 64: Gironelli (Acc. Pug. Maceratese) b. Scipioni ( Lionheart); Kpogo ( B.C. Castelfidardo) b. Alpaca (Foligno Boxe); Kg 69: Bonazza (Upa) e Tomarelli (Foligno Boxe) pari; Piangerelli (Nike) b. Trifan (B.C. Pesaro); Kg 75: Marchionni (B.C. Castelfidardo) e Borgiani (Foligno Boxe) pari; Kg 81: Norvetta (Foligno Boxe) b. Brunone (B.C. Castelfidardo)

Professionisti pesi superleggeri: Charlemagne Motonyekpon ( B.C. Castelfidardo, Kg 62,5) b. Marko Pavlovic (Serbia, Kg 62,8) Kot 5^ ripresa.

 

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.altrogiornalemarche.it