Anche da pensionato il fotografo Stefano Sacchettoni continuerà ad immortalare la realtà marchigiana

Anche da pensionato il fotografo Stefano Sacchettoni continuerà ad immortalare la realtà marchigiana

di MASSIMO CORTESE

ANCONA – Nell’attuale momento storico, vi è una categoria di persone che, prima dell’emergenza sanitaria, avrebbero festeggiato il momento tanto atteso, mentre ora le condizioni per la tradizionale festa d’addio non ci sono più: mi riferisco alle persone che lasciano il lavoro per andare in pensione.

Lunedì 1° giugno, Stefano Sacchettoni, molto noto per le sue belle fotografie, ha lasciato l’Agenzia regionale dell’ANSA (Associazione Nazionale Stampa Associata), dopo trentacinque anni di onorato servizio. Per una persona come lui, curiosa dalla nascita, dotata di un grande senso dell’ironia e dalla battuta facile, con grandi interessi per la fotografia, il cinema, lo spettacolo in genere e tutto ciò che ha a che vedere con la comunicazione, senza mai dimenticare l’impegno nel mondo del sociale e della solidarietà, il suo mestiere presso l’ANSA ha rappresentato una sorta di vocazione. In poche battute, per sua stessa ammissione, il suo lavoro è stato appassionante e gratificante.

Lavorando per una grande Agenzia di Stampa,  ha svolto le mansioni più disparate: da assistente di redazione a telescriventista, quando appunto c’era la telescrivente, per passare ai lavori amministrativi, come addetto all’archivio, al controllo linee, al sito web, alla ricezione dei messaggi di posta elettronica, alle dettature, al fotoshop  e alle fotografie sul campo: in ogni caso, il nostro amico ha sempre operato con la più grande disponibilità. Ha sempre avuto ottimi rapporti con i colleghi, anche se negli ultimi anni ha assistito alla drastica riduzione nel numero dei lavoratori, come purtroppo sta accadendo un po’ dappertutto.

Va anche detto che in questi anni il Mondo è cambiato, e il Settore delle Comunicazioni è fra quelli che hanno avuto le trasformazioni più significative: per esempio, chi ricorda il fax?

Ma Stefano continuerà a coltivare i suoi interessi e ad immortalare la realtà con le sue fotografie anche da pensionato, dandoci l’impressione di avere partecipato all’evento al quale è intervenuto con la sua inseparabile macchina fotografica.

Riguardo al tempo dei festeggiamenti, questo è solo rimandato.

E allora, grazie Stefano e, soprattutto, arrivederci alle prossime occasioni, che sicuramente saranno numerose.

(Qui sopra alcune bellissime immagini, scattate per l’Ansa di Ancona, negli ultimi anni, da Stefano Sacchettoni, riferite ad eventi a lui particolarmente cari)

 

 

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.altrogiornalemarche.it
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: