All’insegna di Rossini il tradizionale concerto di Natale al Senato

All’insegna di Rossini il tradizionale concerto di Natale al Senato

ROMA – È stato in qualche modo quest’anno un concerto “rossiniano”, con sfondo anche pesarese, quello tradizionalmente organizzato per il Natale dal Senato della Repubblica: per la presentazione svolta  dalla presidente Maria Elisabetta Alberti Casellati che ha collegato l’evento, oltre che al 70° anniversario dell’entrata in vigore della Costituzione, al 150° della scomparsa di Rossini. La presidente Casellati è la madre del maestro Alvise Maria Casellati che ha diretto nel novembre scorso la Petite Messe Solennelle eseguita a Parigi, presente il sindaco di Pesaro Ricci, nel quadro delle celebrazioni rossiniane. In particolare l’impronta del grande Maestro pesarese è stata evidenziata dal programma che ha previsto l’esecuzione di  famose sinfonie di Rossini da: il signor Bruschino, la Cenerentola, il Barbiere di Siviglia.

Hanno richiamato Pesaro l’intermezzo da “La Cavalleria Rusticana” di Pietro Mascagni, grande direttore dell’Istituto musicale pesarese (hanno completato il repertorio “ Exultate, jubilate” di Mozart e “Ave Maria” da Otello di Verdi) e   la presenza del presidente del Conservatorio Giorgio Girelli e della Fondazione Rossini Gianni Letta. E, per dirla tutta, nella squadra dei Vigili del Fuoco preposto alla sicurezza hanno operato anche due Vigili del Comando Provinciale di Pesaro e Urbino.

L’Orchestra Sinfonica Nazionale della RAI, che sarà a Pesaro per il Rossini Opera Festival del 2019, ha suonato sotto la direzione del Maestro Fabio Luisi, riscuotendo lunghi applausi insieme alla cantante Ekaterina  Bakanova, migliore interprete donna dell’Arena di Verona 2015. Al concerto – trasmesso in diretta TV ed irradiato da Rai Cultura nel mondo,  come ha precisato la presentatrice Milli Carlucci – erano presenti, tra le altre autorità,  il presidente Mattarella, il presidente del Consiglio Conte, il presidente della Corte Costituzionale   Lattanzi, i capi di stato maggiore delle Forze armate, il segretario di stato vaticano Parolin ed il cardinale Re.

A conclusione della manifestazione il presidente del Conservatorio Rossini, ambasciatore Girelli,  si è intrattenuto con Ekaterina Bakanova, artista russa alla quale  ha ricordato la sua permanenza  all’Academic  School of Music di Mosca dove tenne una conferenza su Rossini, nonché con la presidente del Senato alla quale ha illustrato le iniziative promosse dal Conservatorio per il 150° Rossiniano e gli eventi realizzati dal Comune di Pesaro, “Città della Musica”  in coordinamento con il Comitato nazionale per le celebrazioni rossiniane del cui Comitato scientifico Girelli è componente .(VC)

Nelle foto ( ©2018 Fotografico, Senato della Repubblica): la presidente del Senato Maria Elisabetta Alberti Casellati con l’ambasciatore Giorgio Girelli; Girelli con il soprano russo  Ekaterina  Bakanova

 

 

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.altrogiornalemarche.it