Gli impianti sciistici dei Sibillini rappresentano il volano per la rinascita delle comunità montane

Gli impianti sciistici dei Sibillini rappresentano il volano per la  rinascita delle  comunità montane

A  Pintura di Bolognola inaugurati gli impianti di innevamento artificiale alla presenza dell’assessore regionale Angelo Sciapichetti e del sindaco Cristina Gentili

BOLOGNOLA – Bolognola dopo il sisma ha voglia di rialzarsi e ricominciare partendo proprio dagli impianti sciistici che sono stati inaugurati dal sindaco Cristina Gentili alla presenza dell’assessore regionale alla Protezione civile Angelo Sciapichetti.

“Una splendida giornata prenatalizia – ha sottolineato Sciapichetti – con il battesimo degli impianti di innevamento artificiale di Puntura di Bolognola. Un segnale di grande speranza per il territorio e per il Comune stesso. La valorizzazione degli impianti sciistici dei Sibillini rappresenta il volano per la rinascita di quelle comunità che attraverso la valorizzazione delle bellezze naturali e culturali possono attrarre flussi turistici in grado di generare  economia e quindi ripresa economica  e sociale”.

“Ringrazio Bolognola Ski – ha detto Gentili – che non ci mi abbandonato nemmeno dopo il terremoto  tanto che hanno investito sul nostro territorio  partecipato al bando 2016-2017 per far ripartire gli impianti dopo i drammatici eventi sismici. Aspettiamo tanti turisti soprattutto ora che abbiamo anche il nuovo impianto di innevamento artificiale”.

Bolognola nel cuore del Parco dei Monti Sibillini è il comune più alto delle Marche. Un suo punto di forza è il turismo, non solo quello sciistico, ma anche quello rappresentante da persone, amanti della montagna, che sia d’invero che d’estate la frequentano. Pintura di Bolognola vanta 6 impianti, 10 chilometri di piste per tutti i livelli di difficoltà. Le attività non mancano sia per gli appassionati che per i più piccoli che grazie alle nuove attrezzature rilanciano tutto il comprensorio sciistico: un tapis roulant e un nuovo impianto  d’innevamento artificiale. Un quadro ambizioso che punta ad attirare i turisti. Bolognola, esattamente come il resto del territorio marchigiano, è una zona ricca di bellezze che permette ai fruitori anche in altre stagioni uno stretto contatto con la natura, le foreste ed i superbi paesaggi. (a.f.)

 

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.altrogiornalemarche.it