“La doppia madre” un romanzo impegnativo dell’autore noir francese Michel Bussi

“La doppia madre” un romanzo impegnativo dell’autore noir francese Michel Bussi

di TIBERIO CRIVELLARO

Ritorna in Altro giornale Marche Michel Bussi, l’autore noir francese più venduto oltralpe col suo ultimo romanzo “La doppia madre” (E/O Edizioni). Libro impegnativo questo, quasi contorto. Occorrerà leggerlo con attenzione rispetto i precedenti. Nella trama, può un bambino avere due madri, o addirittura tre? Il bimbo è testimone di efferatezze e omicidi. La città del Thriller è Le Havre.

Nel contesto, spinti da una vita migliore, quattro amici d’infanzia cadono nelle grinfie di un balordo che decide di compiere con la loro complicità una grossa rapina. Ma ecco entrare in scena la quarantenne funzionaria della polizia Marianne Agresse che ama i bambini coadiuvata dallo psicologo Vasil Dragomann. Occorre catturare il capobanda che continua a lasciarsi dietro una scia di omicidi.

Chi è lo spietato Killer e quale la vera madre del piccolo Malone, bimbo di quasi quattro anni che nascostamente sembra avere un dialogo col suo peluche “Guti”? Per via di un marchingegno il peluche gli parla nei momenti dove nessuno ascolta, racconta gli antichi ricordi di Malone, che la sua attuale madre non è veramente quella vera. Solo Vasil, lo psicologo gli crede. (Il noir Stile Bussi) è fatto di mille congetture, con false piste fondendo il fili della intrecciata trama; gioca con l’illusione e false apparenze.

MICHEL BUSSI

LA DOPPIA MADRE

E/O Edizioni

 

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.altrogiornalemarche.it