Un rapporto sempre più importante lega Ancona alla Polonia

Un rapporto sempre più importante lega Ancona alla Polonia

Aspettando il 73° Anniversario (martedì 18 luglio) della Liberazione della città

Un rapporto sempre più significativo lega Ancona alla Polonia

di MASSIMO CORTESE

ANCONA – Il prossimo 18 luglio 2017 ricorre il 73° Anniversario della Liberazione di Ancona, resa possibile dall’intervento del II° Corpo d’Armata Polacco al seguito del Generale Anders.

All’appuntamento le Autorità Polacche si presentano sempre con dei gesti precisi: quest’anno, oltre alla mostra fotografica dei fotografi delle truppe polacche sulla processione del Corpus Domini del 20 giugno 1946 presso la Chiesa del Gesù, è stata allestita la Mostra sulle Ceramiche di Boleslawiec presso il Museo della Città, il dipinto raffigurante Sant’Orsola, proveniente dalla chiesa di San Giovanni Battista di Montemonaco e sponsorizzato dal Consolato Polacco per il suo restauro, sarà presentato in Pinacoteca, mentre un qualificato Concerto jazz con Enrico Rava ed il Tomasz Stanko Quintet concluderà alla Mole Vanvitelliana la celebrazione dell’importante Anniversario.

Non dobbiamo dimenticare che il Capoluogo Dorico ha un rapporto particolare che lo lega alla Nazione Polacca, come è dimostrato dal fatto che Ancona figura presso la Tomba del Milite Ignoto a Varsavia, a dimostrazione del contributo determinante in termini di vite umane dato da quei soldati per la nostra libertà.

 

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.altrogiornalemarche.it