Altre scosse nella notte davanti alla costa marchigiana / Video

Altre scosse nella notte davanti alla costa marchigiana / Video

ANCONA – Continua nelle Marche la sequenza sismica davanti la costa. Dopo la forte scossa registrata mercoledì mattina alle 7.07, secondo le informazioni dell’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia (Ingv), anche nella notte ci sono state numerose scosse. Le due più rilevanti sono state di magnitudo 3.5 alle 23.05 di mercoledì ed una di magnitudo 2.7, registrata alle 0.15 di oggi.
Per entrambe l’epicentro, tra gli 8 ed i 4 chilometri di profondità, nel mare Adriatico, a circa 30 chilometri dalla costa di Fano. E, purtroppo, lo sciame sismico continua, con epicentro sempre nel mare Adriatico, davanti alla costa marchigiana, soprattutto tra Pesaro ed Ancona.
Per tutta la giornata di ieri 130 vigili del fuoco sono stati impegnati tra le province di Pesaro Urbino e Ancona in sopralluoghi tecnici e verifiche di stabilità su decine di edifici e strutture. A fronte dei 120 interventi svolti, lievi sono i danni registrati.
Le maggiori criticità sono state riscontrate in una scuola privata nel centro storico di Ancona, evacuata precauzionalmente a causa di importanti lesioni; in alcune aule di udienza al quinto piano del Tribunale di Ancona, per la caduta dei controsoffitti; nella canonica della Chiesa di Santa Maria, a Monsano.

NEL VIDEO qui sotto uno dei 50 interventi svolti nel capoluogo di regione

 

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.altrogiornalemarche.it
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: