Statuti e costituzioni nelle Marche fra 1848 e 1948

Statuti e costituzioni nelle Marche fra 1848 e 1948

ANCONA – In occasione della prossima Festa della Repubblica, mercoledì 25 maggio, alle ore 19, si terrà un convegno on line, nella rubrica “Storie delle Marche-15”,  curata da Ettore Baldetti e programmata da “Adesso Web”, piattaforma no-profit di Stefano Battistini., sul tema “Dal movimento per gli statuti del 1848 alla Costituzione repubblicana del 1948”,  con l’intervento dell’avv. Gianfranco Paris, professionista del diritto e cultore del Risorgimento,

Dopo la ventata modernizzatrice giunta in Italia grazie alle legislazioni delle Repubbliche filofrancesi e l’imposizione del Codice napoleonico, tra fine ‘700 e inizio ‘800, con la restaurazione degli antichi regimi regionali nel 1814-’15, la penisola italiana e in particolare lo Stato Pontificio erano sostanzialmente ricaduti nel torpore di tradizioni legislative o consuetudinarie frequentemente risalenti all’età medievale. Occorrerà attendere la primavera dell’anno europeo delle insurrezioni, il 1848, perché anche nei piccoli stati del nostro paese si potesse assistere ad un movimento innovativo che, promosso dalle riforme del giovane papa senigalliese Pio IX all’indomani della sua elezione nel 1846, si era tradotto in una serie di concessioni statutarie.

Con la creazione della Repubblica Romana tale fenomeno rivoluzionario produrrà una vera ma fugace costituzione, la quale – ispirata da Giuseppe Mazzini e approvata il primo luglio 1849 dai membri dell’Assemblea Costituente, fra cui Giuseppe Garibaldi eletto nel distretto di Macerata – influenzerà tuttavia la formulazione dell’attuale costituzione repubblicana, vigente dal primo gennaio 1948.

L’incontro, introdotto dal prof. Ettore Baldetti, deputato della Deputazione di Storia Patria per le Marche, su “Le riforme istituzionali del 1848-’49 nelle Marche”, seguito dal contributo dell’ avv. Gianfranco Paris, direttore del Comitato Provinciale di Rieti dell’Istituto Storico del Risorgimento, sul tema “Dalla Costituzione della Repubblica Romana alla Costituzione della Repubblica Italiana”, può essere seguito in diretta o registrato con i seguenti links: https://youtu.be/fW4G7vweUnQ; https://www.facebook.com/1770696132978898/posts/5215040978544379/?sfnsn=scwspmo

Nelle foto: il giovane papa senigalliese Pio IX; i festeggiamenti per la proclamazione della Repubblica Romana del 1849  e della Repubblica Italiana nel 1946

 

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.altrogiornalemarche.it
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: