Una commedia divertente e disimpegnata ha aperto a Pesaro il Festival d’arte drammatica

Una commedia divertente e disimpegnata ha aperto a Pesaro il Festival d’arte drammatica

di MARTA FOSSA

PESARO – Il GAD Festival Nazionale d’Arte Drammatica di Pesaro, giunto alla 72^ edizione, ha dato l’avvio agli spettacoli serali al Teatro Rossini di Pesaro con “Una volta nella vita”, una commedia divertente e disimpegnata, che ha piacevolmente coinvolto il pubblico con pochi personaggi sulla scena della compagnia “Quanta brava gente” di Grottaglie.

Il testo di Gianni Clementi ha saputo mescolare mistero e simpatia, in un mix simpaticissimo che ha, però, riservato anche qualche amaro contrappunto. E allora quattro interpreti preparati e che hanno saputo prendersi simpaticamente anche un po’ in giro si svegliano in un obitorio, senza capire inizialmente come sia possibile che respirino ancora. Ma cosa è successo?

La scelta azzeccatissima delle luci ha completato l’ambientazione in una scenografia minimale ma efficace, riempita dal ritmo ben sostenuto dei personaggi.

Il prossimo spettacolo “Contesa d’amore: lei, la sua ombra e l’uomo seduto” verrà rappresentato mercoledì 23 ottobre con la regia di Giulia Bellucci dalla compagnia Animafemina di Fano.

 

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.altrogiornalemarche.it