La Filarmonica Gioachino Rossini chiude un anno di grande lavoro ed eccellenti risultati

La Filarmonica Gioachino Rossini chiude un anno di grande lavoro ed eccellenti risultati

PESARO – La Filarmonica Gioachino Rossini di Pesaro mette in archivio un 2018, anno delle celebrazioni del 150° dalla scomparsa di Gioachino Rossini, ricco di tanti progetti musicali e artistici.

Il primo impegno in primavera con la rassegna Concerti Aperitivo, quattro incontri in musica la domenica mattina alla Chiesa dell’Annunziata di Pesaro, con l’Ensemble della Filarmonica e due solisti ospiti in ogni appuntamento. La rassegna, in collaborazione con Comune di Pesaro e AMAT, ha offerto al pubblico il gusto di ascoltare musica eccellente in modo semplice e informale, in un ambiente di grande valore artistico.

Ad aprile è stato pubblicato e presentato alla città il box di 4 compact disc Rossini Complete Overtures, con la registrazione integrale delle sinfonie di Gioachino Rossini, eseguite dalla Filarmonica diretta dal M° Donato Renzetti. Un progetto discografico di rilevanza internazionale che ha offerto un contributo di assoluto valore artistico nell’anno delle iniziative per il 150° rossiniano. Il lavoro, unico per completezza e cura filologica, è arricchito dalle note storiografiche e musicali di Daniele Carnini e Andrea Malnati della Fondazione Rossini di Pesaro, primo partner del progetto. I brani sono caratterizzati da una grande qualità dell’esecuzione e della direzione d’orchestra. Il box è uscito su etichetta DECCA Italy con distribuzione internazionale di Universal Music Group.

A giugno è ripartito il progetto Rossini in viaggio con l’incontro tra la Filarmonica Rossini, l’attore Antonio Olivieri e la pianista Rita Cucé. Due i concerti, sempre con la direzione del M° Renzetti, il primo al Teatro Petrarca di Arezzo per celebrare la Festa della Repubblica e i 50 anni della celebre Fiera Antiquaria. Secondo appuntamento ad Ascoli Piceno al Teatro dei Filarmonici, da poco riaperto dopo il restauro, per un concerto di solidarietà che ha destinato parte degli incassi alla ricostruzione di una scuola di musica a Camerino distrutta dal terremoto del 2016.

A giugno prestigioso impegno internazionale per la Filarmonica al Musikverein di Vienna, una delle sale da concerto più famose al mondo, per un evento a fianco di Juan Diego Florez in uno dei galà che il tenore peruviano organizza per raccogliere fondi da destinare alla Fondazione Sinfonia Por el Perù, che realizza attività di supporto per giovani in condizione di disagio sociale. In programma Il viaggio a Reims in versione da concerto con la direzione di Christopher Franklin e numerosi artisti ospiti, trasmesso in diretta dalla rete televisiva nazionale austriaca ORF.

In agosto la Filarmonica ha partecipato alla 39a Edizione del Rossini Opera Festival di Pesaro in un concerto con la giovane soprano Lisette Oropesa e nelle due recite del Viaggio a Reims con la direzione di Hugo Carrio, nel cartellone del Festival Giovane. Sempre ad Agosto la partecipazione a un altro importante festival musicale delle Marche: Armonie della Sera, con un concerto nella splendida Abbazia di Chiaravalle di Fiastra.

Alla fine di agosto la FGR è stata invitata a Città di Castello per l’evento inaugurale della 51a edizione del Festival delle Nazioni, evento musicale di livello internazionale. In programma un doppio concerto del Rossini in Viaggio, diretto dal M° Renzetti nel suggestivo spazio dell’antica Chiesa di San Domenico.

A settembre 2018 la Filarmonica ha avviato un nuovo progetto dedicato alla divulgazione musicale dal titolo La Musica Sinfonica – Guida all’ascolto per non addetti ai lavori con il patrocinio del Comune di Pesaro e la collaborazione di Sistema Museo. Strutturata su quattro incontri domenicali, l’iniziativa è stata ospitata nel cuore artistico di Pesaro: Palazzo Mosca sede dei musei della città.

A novembre il Corriere della Sera ha scelto Rossini Complete Overtures per celebrare il 150° Anniversario Rossiniano. Il primo quotidiano italiano ha pubblicato in due uscite i quattro cd del box, accompagnando la pubblicazione con una lunga intervista al M° Renzetti che ha illustrato i valori artistici e musicali del progetto. I cd sono tuttora disponibili sullo store online ufficiale del Corriere.

Il 2018 della Filarmonica Gioachino Rossini di Pesaro si è chiuso con un appuntamento musicale al Teatro Comunale di Cagli. L’evento speciale, rivolto alle giovani e giovanissime generazioni, intitolato Pierino e il lupo e altre piccole storie in musica ha proposto un modello di concerto nel quale si combinavano brani di grandi compositori (Mozart, Prokovief, Rossini) alle storie narrate dall’attore Antonio Olivieri, incantando il pubblico e dimostrando che la sensibilità musicale non ha età.

«Il 2018 è stato un anno di intensa attività» sottolinea Michele Antonelli, presidente e direttore artistico della Filarmonica «durante il quale abbiamo dato vita a numerose iniziative di grande qualità musicale e culturale. Voglio ringraziare in primis il M° Donato Renzetti, nostro Direttore Principale, con il quale prosegue una specialissima collaborazione, e tutti i musicisti per l’energia e la dedizione che hanno saputo esprimere in tutti i nostri impegni. Ringrazio anche tutti gli enti, le istituzioni e gli sponsor che hanno sostenuto il nostro lavoro nel 2018. La Filarmonica sta ottenendo riconoscimenti sia a livello locale che internazionale, il nostro impegno assiduo restituisce risultati sempre più concreti. Per il prossimo anno abbiamo già in programma numerose attività che daranno ulteriore energia alla nostra idea di musica e arte».

 

 

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.altrogiornalemarche.it