Tre giorni di protesta contro la riforma del processo penale

Tre giorni di protesta contro la riforma del processo penale

Lunedì, alle 12, gli avvocati in assemblea straordinaria ad Ancona

Tre giorni di protesta contro la riforma del processo penaleANCONA – L’Aula 1 al 5′ piano del Palazzo di Giustizia accoglierà lunedì 23 maggio dalle ore 12.00 l’Assemblea Straordinaria degli Avvocati del foro di Ancona convocata a seguito dei tre giorni di astensione dalle udienze e da ogni attività nei giorni 24-25-26 maggio promossa dall’Unione delle Camere Penali.

La protesta è rivolta contro la riforma del processo penale che sembra in dirittura di arrivo lo slogan “prescrizione più lunga e processi più brevi”, considerato un ossimoro per coprire le carenze organizzative che portano oltre il 70% dei processi a prescriversi nel corso delle indagini preliminari.

“Il progetto della riforma – ha detto Serenella Bachiocco, presidente dell’Ordine degli Avvocati di Ancona annunciando l’agitazione – comprime le garanzie difensive e ipotizza l’allungamento della prescrizione, soluzione che certo non accorcia i tempi del processo, ma anzi li allunga, non affrontando, al contempo, le carenze organizzative che fanno sì che la vera causa della prescrizione si annidi nei tempi dilatati delle indagini”. Altro oggetto del contendere è il tema delle intercettazioni. “L’attuale normativa – ha aggiunto l’Avv. Bachiocco, non garantisce il diritto alla riservatezza delle comunicazioni penalmente irrilevanti. Anche sul processo a distanza, occorre impedire ogni ulteriore estensione ai processi con imputati detenuti”.

“Infine sulla separazione dei poteri e l’autonomia della politica occorre rispettare il modello dell’equo e giusto processo penale e dei principi del contraddittorio, dell’immediatezza e della ragionevole durata” – ha concluso.

Nella foto: Serenella Bachiocco, presidente dell’Ordine degli Avvocati di Ancona

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.altrogiornalemarche.it
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: