All’Ospedale di Ancona un caso sospetto di Vaiolo delle scimmie

All’Ospedale di Ancona un caso sospetto di Vaiolo delle scimmie

Ricoverata, nella Clinica di malattie infettive, una donna di 24 anni mentre il figlioletto, dopo tutti i necessari controlli, è stato riportato a casa

ANCONA – E’ stata ricoverata nella Clinica di malattie infettive dell’Ospedale regionale di Ancona la paziente Z.F., di 24 anni, cittadina italiana residente a Loreto.

La paziente ha effettuato, nel primo pomeriggio di venerdì, un accesso al pronto soccorso. All’esame obiettivo presentava eritema diffuso con vescicole e papule, difficoltà respiratoria, cefalea e riferiva febbre nei giorni precedenti.

Il Medico della Clinica di Malattie Infettive dava indicazione al ricovero per caso sospetto di Monkeypox Virus (MPXV).

“Attualmente – come fa presente il dottor Andrea Mariotti, della Direzione Medica Ospedaliera dell’Azienda Ospedaliero Universitaria Ospedali Riuniti di Ancona – sono in corso esami volti a escludere le diagnosi differenziali con altri virus esantematici nell’attesa dei reagenti per la diagnosi molecolare di MPXV tramite PCR, il cui arrivo è previsto entro la giornata di martedì.

“Nel pomeriggio di venerdì 27 maggio, inoltre, ha effettuato un accesso al Pronto soccorso Covid del presidio Salesi Z.I. di 4 anni, figlio della signora Z.F. che, all’esame obiettivo presentava lieve rash cutaneo in assenza di altri segni o sintomi.

“Il medico del Pronto Soccorso non ha ritenuto necessario il ricovero ed il paziente veniva dimesso in ambulanza al domicilio della nonna.

“Attualmente la signora Z.F. – conclude il dottor Mariotti – è in buone condizioni di salute”.

 

 

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.altrogiornalemarche.it
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: