A Monteprandone esordio pienamente positivo per Nadia Flalhi

A Monteprandone esordio pienamente positivo per Nadia Flalhi

di GABRIELE FRADEANI

MONTEPRANDONE – Se dovessimo giudicare Nadia Flalhi da questo suo primo match da professionista dovremmo dire cose estremamente positive.

Ovviamente ciò non è possibile ma resta l’ottima impressione suscitata dalla ragazza del team Ruffini. Molto più alta della Cannizzaro ed in possesso di un allungo maggiore la Flalhi ha iniziato una prima ripresa decisamente e comprensibilmente contratta in attesa di vedere come si sarebbe comportata la Cannizzaro che con la sua esperienza e le sue doti di aggressività e la sua guardia destra, sulla carta, poteva ritenersi temibile.

Una prima ripresa che se ne è andata con qualche sinistro di sbarramento da parte della marchigiana e qualche largo gancio telefonato a vuoto da parte dell’avversaria.

Nella seconda la Flalhi comincia a marciare in avanti e a dare più consistenza al jab sinistro portato non solo in difesa ma in fase offensiva. Bersaglio il volto della calabrese che comincia a evidenziare un  ematoma all’occhio destro.

Dalla terza tornata si cambia tutto e la marchigiana si fa avanti e comincia  a martellare anche di destro, in diretto ed in gancio; colpi chiaramente accusati dalla Cannizzaro che ormai affida le sue pochissime chances a qualche sventola sinistra. Nella quarta è un monologo della marchigiana che ormai non spreca più un colpo e porta a bersaglio sia il sinistro in rottura che il destro e proprio su un gancio corto d’incontro la Cannizzaro si ritrova con lo sguardo spento e le natiche sul tavolaccio. Conteggio, altri colpi subiti dalla calabrese con la marchigiana scatenata e finalmente il gong liberatore.

Nell’intervallo viene richiesto l’intervento del medico che decreta lo stop. Che dire? La Flalhi c’è, fisicamente, mentalmente e tecnicamente; esordio pienamente positivo che andrà confermato nelle prossime esibizioni. Raggiante il suo trainer Roberto Ruffini che da sempre crede fermamente nelle possibilità di questa ragazza.

Fra i dilettanti intenso il match fra il locale Di Loreto e Kobba della pugilistica Guastalla. Un  pareggio sostanzialmente esatto in quanto l’emiliano si è mosso di più ma, a nostro avviso, avremmo premiato il marchigiano che è stato sicuramente più preciso ed ha portato soprattutto d’incontro colpi più consistenti.

Si attendeva anche il match Kabali vs Balde che peraltro è stato guastato da un infortunio e dalle intemperanze del secondo. Si era alla seconda ripresa di un match interessante quando su uno scambio Balde scivolava al tappeto e vi restava lamentando una distorsione al ginocchio. Provava a rialzarsi con l’aiuto del medico e dei secondi ma zoppicava vistosamente. Era ovvio per il medico dare lo stop. A quel punto il pugile faceva di tutto: dal lanciare via i guanti e dall’insultare tutti, compreso il proprio angolo. Peccato perché ci si attendeva una buona prestazione e soprattutto da  Di Loreto che, non per colpa sua, non si è potuta estrinsecare.

Troppo forte l’umbro Amanaa per il marchigiano Kpogo che dopo un atterramento è stato saggiamente tolto di gara dal proprio angolo.

Tre riprese condotte costantemente alla corta e media distanza con colpi angolati al volto ed al corpo da parte di entrambi ed un salomonico pareggio fra Bitossi della Ruffini Team e  Santoro della Perugia Fight.

Buona la prestazione di Gabbanelli  del B.C. Castelfidardo che ha regolato Accettola della Sauli Boxe con una boxe più lineare e precisa.

Galli Niccolò della Pugilistica Senigallia ha superato Aliaj della Boxe Ferraro disputando un ottimo combattimento; soprattutto interessanti i suoi montanti portati veramente bene.

Presenti alla manifestazione il Presidente regionale Luciano Romanella ed il Consigliere Nazionale Mariangela Verna.

Per ultimo vogliamo rilevare ancora una volta, nella speranza che cessi presto questa pandemia, quanto sia brutto per tutti ma soprattutto per gli organizzatori presentare manifestazioni di boxe di ottimo livello come quella di questa sera, con cinque regioni impegnate, senza quel pubblico che avrebbe dato un calore diverso alla serata.

Arbitri Giudici: Di Clementi Sauro, Pecorari Elisa, Chiappini Emanuele, Longarini Fabrizio; Commissario di Riunione: Guerrieri Emanuele; Speaker: Talamonti Kristel; Medico di bordo ring: Dr. Serafino Salvi; Cronometrista: Campanelli Giuseppe.

I risultati

Professionisti pesi piuma: Nadia Flalhi (Ruffini Team, Kg 56,7) b. Angela Cannizzaro (Brognara, Kg 56,7) Kotc 5^ ripresa.

Junior Kg 75: Gabbanelli Anacleto (B.C.Castelfidardo) b. Accettola Tommaso (Sauli Boxe): Elite Kg 75: Amanaa Nourdinne (Perugia Fight) b. Kpogo Jeremie Victoire (B.C.Castelfidardo) s.c.; Elite 2^ Kg 64: Bitossi Geki (Ruffini Team) e Santori Manuel (Perugia Fight) pari; Youth Kg 75: Galli Niccolò (Pug. Senigallia) b. Aliaj Sergio (Boxe Ferraro); Elite Kg 75: Di Loreto Luca ( Ruffini Team) e  Kobba Assan (Pug. Guastalla) pari; Elite 2^ kg 48: Porto Alessia ( Pug. Pratese) b. Borella Laura (Pug. D.B.T. Lazio); Elite 2^ Kg 81: Kabali Andrea (Olympia Boxe) b. Balde Alia (Centro Spor Comb.) rsci 2^

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.altrogiornalemarche.it
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: