“Le geografie della distanza”, una bella raccolta di racconti di sole donne sul tema del viaggio

“Le geografie della distanza”, una bella raccolta di racconti di sole donne sul tema del viaggio

di TIBERIO CRIVELLARO

Dal tempo non recensivo un libro di racconti. Ora, in “Le geografie della distanza”, con la prefazione di Dacia Maraini (Edizioni CLEUP, Padova), vi rimedio. L’antologia è stata curata da Laura Capuzzo e Ilaria Durigon. Si tratta di una raccolta di racconti di sole donne sul tema del viaggio, attraverso la scrittura spazio-temporale. Vi si trattano di luoghi lontani, poco conosciuti.

La scelta dei racconti ha privilegiato coloro che si svolgono verso originali traiettorie, diverse, eterogenee, dando l’autentica impressione, nel loro dipingersi intorno l’insieme praticamente “universale”. I racconti ivi descritti introducono il tema della libertà del vivere. Scrive Dacia Maraini: “Con sapiente equilibrio salta agli occhi quanto l’immaginario femminile riesce ad attraversare un universo stratificato ed estremamente complesso; segno di personalità (delle autrici) che si sono formate sotto il patriarcato, e quindi difficile (ancor oggi) da sradicare”.

Le protagoniste dei racconti sono: Anna Di Leo siciliana di nascita, Monica Andreucci di Piombino, Francesca Laccetti di Napoli, Barbara Lisci di origini sarde, Laura Marcheetti di Chioggia, la milanese Donatella Massara, Caterina Pia dai natali di Monferrato (AL). Giulia Pretta nata a Vercelli, Lorenza Ravaglia nativa di Imola, Laura Ruzickova proveniente da Praga. Praticamente le autrici sono un po’ da tutta Italia, ad eccezione della praghese Ruzickova.

Segnalo senz’altro una buona maturità in ciascuna di esse nel fare scrittura in un “mondo di amarezze ma anche di gioie improvvise”. Vi troviamo riflessioni intorno il vissuto di milioni di donne che sono state dimenticate nell’oblio dove il riconoscimento  è cosa rara.

—————————-

LE GEOGRAFIE DELLA DISTANZA

Racconti con la prefazione di DACIA MARAINI

Edizioni CLEUP – Padova

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.altrogiornalemarche.it