Il Tar Marche ripristina la giustizia nel settore delle onoranze funebri

Il Tar Marche ripristina la giustizia nel settore delle onoranze funebri

di SANDRO ZAFFIRI*

ANCONA – Circa sette mesi fa in Consiglio Regionale veniva approvata a maggioranza una modifica del Regolamento regionale n. 3 del 2009  sulle attività funebri e cimiteriali, introducendo il limite di 100 metri dalle civili abitazioni per l’esercizio delle sale di commiato e che pochi giorni fa, il TAR ha annullato.

In sostanza con questa modifica veniva introdotto un nuovo limite estremamente restrittivo che impediva la realizzazione di sale del commiato all’interno dei centri abitati, peraltro non previsto da nessun’altra regione italiana.

Il Capogruppo della Lega Nord Marche ha sempre sostenuto che tale limite non doveva essere introdotto e già lo scorso giugno aveva presentato una proposta per abrogare il comma incriminato.

Zaffiri sostiene che ora non si può più indugiare e che debba essere approvata con la massima urgenza la sua proposta di Regolamento affinché non si continui a penalizzare il settore delle onoranze funebri.

*Presidente del Gruppo Consiliare Lega Nord Marche

 

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.altrogiornalemarche.it
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: