Uscita a Ovest dal porto di Ancona, Zaffiri: “Un progetto irrealizzabile da sempre”

Uscita a Ovest dal porto di Ancona, Zaffiri: “Un progetto irrealizzabile da sempre”

di SANDRO ZAFFIRI*

ANCONA – Il Carroccio è stato sempre contrario ad un’opera che solo qualche amministratore di sinistra sperava potesse diventare realizzabile.

Le difficoltà per la realizzazione del Project Financing erano evidenti sin dall’inizio poichè era insostenibile per insufficienza di autofinanziamento in carenza di mezzi, auto e camion, che dovevano passare in questo tratto di strada.

La Lega stigmatizza il ritardo con cui si affronterà realmente il collegamento del porto con la grande viabilità. Infatti, nel 2017, partiranno finalmente i lavori dell’ampliamento della SS 16, tra Torrette e l’innesto con la SS 76,  ma, ancora una volta, il collegamento per il porto rimarrà “a piedi”.

La Lega Nord si chiede perchè non si sia mai voluto affrontare, senza pregiudiziali ideologiche, il collegamento naturale del porto con la grande viabilità, passando a NORD,  con un’opera che non aggravasse ulteriormente il traffico nel quartiere di Torrette e comportasse minori costi per la comunità.

Per bocciare il progetto dell’uscita a OVEST non occorreva il Ministro Delrio ma soltanto una buona politica delle amministrazioni locali.

Abbiamo perso quasi vent’anni in inutili discussioni e la conclusione sarà quella che il Carroccio ha sempre sostenuto, uscita a NORD!

*Consigliere regionale del gruppo Lega Nord Marche

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.altrogiornalemarche.it