L’ospedale di Osimo, ormai integrato con l’Inrca, sarà potenziato

L’ospedale di Osimo, ormai integrato con l’Inrca, sarà potenziato

Il presidente della Giunta regionale Luca Ceriscioli e il sindaco Simone Pugnaloni hanno firmato un protocollo d’intesa

Sarà potenziato l'ospedale di Osimo, ormai integrato con l'Inrca Sarà potenziato l'ospedale di Osimo, ormai integrato con l'Inrca Sarà potenziato l'ospedale di Osimo, ormai integrato con l'Inrca Sarà potenziato l'ospedale di Osimo, ormai integrato con l'Inrca Sarà potenziato l'ospedale di Osimo, ormai integrato con l'Inrca Sarà potenziato l'ospedale di Osimo, ormai integrato con l'Inrca Sarà potenziato l'ospedale di Osimo, ormai integrato con l'Inrca

OSIMO – Questa mattina al Comune di Osimo il presidente della Regione Marche Luca Ceriscioli ha firmato con il sindaco Simone Pugnaloni un protocollo d’intesa per il potenziamento della realtà ospedaliera Inrca-Osimo, oggi su due presidi. Un documento importante che sottolinea come il sistema continua ad investire anche se si va verso una struttura nuova, per garantire comunque la continuità dei servizi di qualità ai cittadini. Nel corso dell’incontro è stato ribadito unanimemente che per il sistema sanitario regionale l’Ospedale di Osimo resta importante e che si sta procedendo sempre di più verso l’integrazione con l’Inrca.

Un’integrazione che compensa e completa l’offerta delle prestazioni. “Un passaggio – ha detto il presidente – che serve a ribadire che riordinare il sistema non significa tagliare, ma spendere al meglio le risorse, con un riassetto di maggiore efficacia in termini di sicurezza e qualità dei servizi. Questo vale per i punti nascita, come per la trasformazione dei 13 ospedali in ospedali di comunità:  le risorse restano sul territorio in termini di servizi. Il riordino resta la strada necessaria per rimettere in moto il percorso assunzioni di cui in Italia c’è bisogno per permettere al sistema di funzionare al meglio. Si tratta di nuovi ingressi che servono per ampliare l’offerta, come sta accadendo già a Torrette e all’INRCA, dove l’orario di visita è stato allungato fino alla sera e anche il sabato, per abbattere le liste di attesa o per agevolare il percorso presa in carico. Il riordino, dunque, porta ad aumentare opportunità in termini di servizi. Questo protocollo dimostra come la collaborazione con il comune di Osimo non si è mai fermata. Con l’assestamento di bilancio, inoltre, potranno essere messe in campo risorse per altre attività anche su altri settori”.

Tra gli interventi più significativi previsti per l’ospedale di Osimo si segnalano: la riqualificazione del pronto soccorso con lavori per oltre un milione e duecentomila euro, il proseguimento dell’attività di presa in carico delle gestanti, la messa a norma dei sistemi antincendio, l’attivazione di procedure concorsuali per anestesia, rianimazione e medicina interna. Con l’Inrca saranno inoltre condivisi progetti per la telemedicina e per la cura del tumore alla prostata.

 

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.altrogiornalemarche.it
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: