Quando la violenza è all’interno della famiglia

 

Quando la violenza è all'interno della famiglia

Quando la violenza è all’interno della famiglia

Sono vittime anche gli uomini non solo donne e minori. Ad Ancona una giornata di approfondimento organizzata dall’Ami, Associazione Italiana Avvocati Matrimonialisti, in collaborazione con l’Ordine degli Avvocati di Ancona, degli Assistenti sociali, l’Ombusdam delle Marche, il Comune di Ancona e la Polizia di Stato

Quando la violenza è all'interno della famiglia

Quando la violenza è all'interno della famigliaANCONA – La violenza in famiglia, misure di contrasto e ordini di protezione, è il titolo della giornata di approfondimento organizzata dall’Ami, Associazione Italiana Avvocati Matrimonialisti ad Ancona in collaborazione con l’Ordine degli Avvocati di Ancona, degli Assistenti sociali, l’Ombusdam delle Marche, il Comune di Ancona e la Polizia di Stato.

Gli approfondimenti molto specifici hanno riguardato i maltrattamenti in famiglia, la violenza domestica, sessuale e psicologica anche a carico degli uomini, l’allontanamento dei minori, la sottrazione internazionale dei minori, gli abusi sessuali. Tra le soluzioni ipotizzate per arginare il fenomeno che cattura sempre più l’attenzione della cronaca, il rafforzamento del sistema integrato tra politiche sociali e di welfare con quelle penali e normative, tutelando tutte le parti coinvolte nelle vicende riconducibili alla violenza in famiglia, emersa dalla giornata di riflessione  “Si tratta di una giornata di studio – ha detto Serenella Bachiocco, presidente dell’Ordine degli Avvocati di Ancona – che va considerata come importante occasione formativa riguardando fenomeni dei quali la cronaca giornalistica si occupa di frequente e che una corretta informazione può contribuire a debellare”.

A proposito di cronaca, era attesa ad Ancona anche l’intervento della criminologa Roberta Bruzzone, volto noto della televisione, scelto dalla difesa di Manuel Foffo per far luce sull’omicidio di Luca Varani, ma impossibilitata a tenere la sua relazione da impegni sopraggiunti. “Il grande interesse nei confronti dell’evento – ha detto Gian Ettore Gassani, presidente dell’Ami – evidenzia un fenomeno che riguarda vari tipi di violenza, fisica, psicologica, tanto per le donne quanto per gli uomini”.

Toccante la testimonianza di Carolina Tana, figlia dell’ex presidente della Borsa valori di Roma Alberto Tana, che, ad otto anni, fu circuita dalla mamma che la indusse a testimoniare violenze sessuali e maltrattamenti invece mai subìti dal padre. A distanza di anni Carolina Tana ha riabilitato la figura del padre con un libro di denunce nei confronti di un sistema che, nel suo caso, ha dimostrato molte falle.

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.altrogiornalemarche.it
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: