Il professor Antonio Benedetti è il nuovo presidente della Fismad

Il professor Antonio Benedetti è il nuovo presidente della Fismad

Cambio al vertice della Federazione Italiana delle Società delle malattie dell’apparato digerente. Attualmente ricopre il ruolo di direttore della Clinica di Gastroenterologia degli Ospedali Riuniti di Ancona – Università Politecnica delle Marche

MILANO – Cambio alla guida di Fismad, la Federazione Italiana delle Società delle Malattie dell’Apparato Digerente, che da oggi avrà come presidente il prof. Antonio Benedetti, attuale presidente di Sige, Società Italiana di Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva. Il Consiglio Direttivo ha nominato al suo interno il nuovo presidente che durerà in carica nei prossimi due anni.

La  Fismad è un’organizzazione professionale senza scopi di lucro che riunisce le società scientifiche che si occupano di malattie dell’apparato digerente – fegato, pancreas, tubo digerente- e rappresenta più di 4000 medici Gastroenterologi ed Endoscopisti ospedalieri e universitari, che lavorano sia nel settore pubblico che privato.

“Sono davvero contento ed emozionato – ha commentato a caldo il prof. Benedetti – per questo incarico di grande prestigio e responsabilità. Profonderò il massimo impegno per proseguire nell’opera di unificazione della rappresentanza della gastroenterologia italiana, al fine di offrire un interlocutore sempre più affidabile e rappresentativo per gli stakeholders e per i decisori pubblici”.

“L’obiettivo verso cui dobbiamo tendere – ha spiegato Benedetti – è quello di un maggiore riconoscimento e di una adeguata valorizzazione del ruolo del gastroenterologo che costituisce un elemento sempre più imprescindibile nell’approccio al paziente, soprattutto in ambito locale. Da questo punto di vista sarà essenziale lavorare per la costruzione di una vera e propria “gastroenterologia territoriale” che oggi esiste nella realtà ma che non vede riconosciuta, formalmente e adeguatamente, il proprio quotidiano impegno”.

Benedetti, che oggi ricopre il ruolo di direttore della Clinica di Gastroenterologia degli Ospedali Riuniti di Ancona – Università Politecnica delle Marche, ha iniziato la sua lunga carriera nei primi anni Novanta svolgendo oltre all’attività ospedaliera attività didattica nell’ambito di Malattie dell’Apparato Digerente e nella Scuola di Specializzazione in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva.

“Questo riconoscimento – fa sapere il Direttore Generale degli Ospedali Riuniti di Ancona  Michele Caporossi – dimostra  la passione e l’instancabile dedizione spesi ogni giorno con coraggio e impegno dai nostri professionisti e questa attestazione ne è l’ennesima conferma”.

 

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.altrogiornalemarche.it
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: