Per le Marche, a Tula, una grande vetrina promozionale sul mercato russo

[themoneytizer id=17589-1]

Per le Marche, a Tula, una grande vetrina promozionale sul mercato russo

Per le Marche, a Tula, una grande vetrina promozionale sul mercato russo Per le Marche, a Tula, una grande vetrina promozionale sul mercato russo Per le Marche, a Tula, una grande vetrina promozionale sul mercato russo Per le Marche, a Tula, una grande vetrina promozionale sul mercato russo Per le Marche, a Tula, una grande vetrina promozionale sul mercato russo

TULA (Russia) – Si sta svolgendo a Tula, città di nascita e di morte del grande Lev Tolstoij, l’edizione russa del Festival ideato e promosso dal Consolato Onorario della Federazione Russa due anni fa a Gabicce Mare, intitolato “Serate russe in Italia”. Nella città russa esso prendo il nome di “Serate italiane in Russia”. Ad esso partecipa una delegazione di oltre cinquanta artisti, a cui se ne aggiungono 600 russi. Tutti per rendere onore alla cultura, alle tradizioni, al folklore, alla musica, alla danza e all’arte italiani. Sono presenti ballerini, coristi, solisti, pittori ed altri creativi.

La delegazione italiana (marchigiana) è guidata dal Console Onorario della Federazione Russa di Ancona avvocato Marco Ginesi, accompagnato dal vice presidente dell’Associazione Amici dell’Italia e della Russia Alexander Tarakanov e dal consigliere cav. Renato Barchiesi.

La delegazione, che rientrerà in Italia il 7 dicembre, avrà importanti contatti con i governanti della Regione di Tula (da cui è partita la richiesta) di esportare il format del Festival in Russia. L’ufficialità è data, tra l’altro, dal patrocinio che alla manifestazione ha concesso il Governo Federale, attraverso il Ministero della Cultura, che si aggiunge a quelli del Governatorato di Tula, del Consolato Onorario di Ancona e dell’Unione degli Operatori Russi della cultura.

Tra la delegazione italiana e le autorità russe è stato raggiunto un accordo sull’alternanza dell’iniziativa, per cui, nella primavera avanzata del 2017 l’edizione di “Serate Russe in Italia” (terza edizione) si svolgerà al Teatro Rossini di Pesaro, in accordo con l’Amministrazione comunale della città adriatica.

La circostanza serve al Console per avere anche una serie di altri incontri, già predisposti, che dalla cultura possano passare ad interessare altri ambiti, soprattutto quello economico commerciale e quello turistico.

L’iniziativa intende essere una prova anche di come, lavorando dal basso, si possano realizzare promozioni turistiche concrete autofinanziate, senza dispendio di denaro pubblico. Cosa di cui dovrebbero tenere conto gli amministratori locali, soprattutto quelli regionali.

La delegazione italiana, rappresentata di fatto dalle Marche, è stata ricevuta con grande dignità e alla conferenza stampa, che inevitabilmente, è stata incentrata sulla regione adriatica, hanno partecipato, attraverso l’Agenzia Art Press oltre duecento testate dell’intera Federazione.

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.altrogiornalemarche.it