I sindacati chiedono alla Regione risposte precise su lavoro, welfare e servizi

I sindacati chiedono alla Regione risposte precise su lavoro, welfare e servizi

Le organizzazioni sindacali Cgil, Cisl e Uil hanno avviato il confronto sul bilancio regionale

I sindacati chiedono alla Regione risposte precise su lavoro, welfare e servizi

ANCONA – Le segreterie regionali di Cgil, Cisl e Uil hanno incontrato l’assessore al Bilancio della Regione Marche per un primo esame delle proposte in merito alla importante  variazione di bilancio 2016,  necessaria e urgente per  dare copertura finanziaria a rilevanti capitoli di spesa rimasti scoperti nel bilancio preventivo approvato lo scorso dicembre.

Un incontro utile che ha permesso di  approfondire diverse questioni. I primi orientamenti illustrati dall’assessore sono stati positivamente accolti dal sindacato, in particolare le indicazioni fornite sulla spesa sociale, sul diritto allo studio e sul trasporto pubblico locale.

E’ necessario però per Cgil, Cisl, Uil prevedere un quadro più preciso dei singoli capitoli di spesa, confrontandoli con la spesa storica e rapportandoli ai fabbisogni reale della comunità marchigiana.

I sindacati hanno inoltre chiesto un impegno preciso per quanto concerne il rifinanziamento del fondo sociale per gli affitti, destinato a sostenere le famiglie in difficoltà economica, e del fondo di solidarietà per evitare l’incremento delle tariffe a carico degli utenti dei servizi sociali residenziali e semi-residenziali.

Cgil, Cisl e Uil hanno anche rilanciato l’esigenza di un coordinamento fra Regione, Comuni ed Ambiti sociali per una programmazione integrata della gestione delle risorse destinate al sociale, di provenienza regionale, nazionale e locale. In questo quadro, andranno anche affrontati i temi del disagio sociale e delle azioni anti-crisi.

L’assessore si è impegnato a incontrare le segreterie regionali di Cgil, Cisl e Uil nei prossimi giorni per un ulteriore approfondimento dei temi evidenziati e per un confronto sulle proposte avanzate dal sindacato.

 

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.altrogiornalemarche.it