Le strutture per anziani preoccupate per la possibile fuga di infermieri

Le strutture per anziani preoccupate per la possibile fuga di infermieri

Presa di posizione dopo le dichiarazioni dell’assessore regionale alla Salute Saltamartini

ANCONA – “Il Comitato degli Enti Gestori di strutture per anziani senza scopo di lucro, in quanto  Enti gestori dei Servizi sociosanitari presenti nel territorio delle Marche – si legge in un documento -, esprimono viva preoccupazione per le comunicazioni apparse stamane sugli organi di stampa da parte dell’Assessore Regionale alla Salute Saltamartini in merito al piano straordinario di assunzione immediata di ben 3.000 (tremila) infermieri.

“Desideriamo esprimere il nostro allarme poiché – di fatto – questo piano significherà la fuoriuscita di tanti infermieri dalle nostre Strutture.

“E’ evidente che, se quanto sopra si avvera, renderà impossibile la continuazione del nostro servizio. Le nostre strutture saranno costrette ad inviare negli ospedali gli ospiti e chiudere, non potendo garantire il servizio infermieristico.

“Chiediamo che siano assunte misure di tutela per la prosecuzione delle nostre attività che già soffrono della mancanza di operatori infermieristici per circa un centinaio di unità, ed una ulteriore fuoriuscita di tali figure significherebbe il totale collasso!

“Per questo, e per diverse altre importanti problematiche, abbiamo da giorni chiesto un incontro URGENTE con l’Assessore Saltamartini a cui da giorni abbiamo anche inviato un promemoria sui gravi problemi del settore sociosanitario, incluso quello delle figure infermieristiche.

“Restiamo in attesa di essere ascoltati ma non possiamo esimerci dall’esternare la nostra preoccupazione per quanto dallo stesso affermato”.

Il comunicato è stato firmato: Comitato enti gestori strutture per anziani senza scopo di lucro; comitato aziende pubbliche servizi alla persona; Confcooperative-Federsolidarietà Marche; Uneba Marche; Legacoopsociali Marche; Cnca Marche (coordinamento nazionale comunuità di accoglienza); Crea – comitato regionale enti accreditati per le dipendenze patologiche; Agci solidarietà Marche; Aris – associazione religiosa istituti socio-sanitari; coordinamento delle comunità di accoglienza per minori della regione Marche; Acudipa – associazione italiana per la cura dipendenze patologiche; C.i.c.a. coordinamento italiano case alloggio per persone con hiv/aids

 

 

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.altrogiornalemarche.it
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: