I biancorossi della Lube tornano subito al successo in SuperLega: secco 3-0 su Ravenna

I biancorossi della Lube tornano subito al successo in SuperLega: secco 3-0 su Ravenna

CIVITANOVA MARCHE – La Cucine Lube Civitanova rialza subito la testa in campionato, sbarazzandosi della Consar Ravenna con un secco 3-0 nella 7ª di ritorno della Regular Season di SuperLega Credem Banca (25-21, 25-23, 25-19), andata in scena all’Eurosuole Forum di Civitanova Marche davanti a 2976 spettatori (incasso 29.412 Euro).

La partita

Marchigiani con Leal ancora a riposo e Kovar in campo, la novità rispetto alle ultime uscite si registra all’ora al centro, dove torna Anzani a far coppia con Simon. Il servizio ed il solito ottimo Balaso sono le armi che consentono ai padroni di casa di raddrizzare una situazione difficile nel parziale d’apertura. Gli ace in serie di Rychlicki prima e Simon poi valgono la parità a quota 13 (dal -3), dopo una buonissima partenza della squadra di Bonitta, che aveva trovato in Ter Horst il suo trascinatore. Quindi l’ace di Kovar che mette la Lube per la prima volta col muso davanti sul 20-19 e, come detto, il gran lavoro in seconda linea di Balaso, che successivamente consentirà a Bruno di impostare i contrattacchi della fuga decisiva. Il 25-21 matura con un muro vincente di Bieniek, subentrato nel frattempo ad Anzani e subito protagonista.

Al ritorno in campo alza subito il muro la Cucine Lube, mettendo il set inizialmente in discesa: 9-5 dopo i blocchi vincenti rispettivamente di Simon e Bruno, 17-7 dopo quello di Juantorena su Kernan, che poco dopo lascerà il campo (con Saitta), alla diagonale d’attacco Batak-Stefani. E’ la mossa con cui Bonitta prova a scuotere i suoi, riuscendo nell’intento: Ravenna tiene botta nonostante le fiammate di Simon (17-14), ritrovando addirittura la parità sul 22-22 (muro di Alonso su Kovar). Ma si arrende 23-25, nuovamente dinanzi allo strapotere fisico e tecnico del cubano (6 punti, 80% in attacco, 1 ace e 1 muro), che schianta a terra il primo tempo del 24-23, e la successiva palla corta dai nove metri che beffa la ricezione ravennate, fissando il 25-23.

Il terzo set è un monologo della Cucine Lube, con Simon confermatosi nel ruolo di attore protagonista: suo il titolo di Mvp della gara (chiude con 16 punti e addirittura il 91% di efficacia in attacco, più 4 ace e 2 muri), che ha confermato capitan Juantorena e compagni al primo posto in classifica.

Il tabellino

CUCINE LUBE CIVITANOVA: Anzani 2, Kovar 9, D’Hulst n.e., Juantorena 11, Marchisio (L) n.e., Massari n.e., Rychlicki 11, Diamantini 2, Simon 16, Bruno 1, Bienek 3, Balaso (L). All.: De Giorgi.

CONSAR RAVENNA: Stefani 7, Cortesia 5, Ter Horst 7, Kovacic (L), Saitta, Recine, Vernons-Evans 3, Grozdanov 8, Batak 1, Bortolozzo n.e., Marchini(L) n.e., Lavia 12, Alonso, Cavuto. All. Bonitta.

ARBITRI: Curto (TS) – Caretti (RM).

PARZIALI: 25-21 (28’), 25-23 (28’), 25-19 (29’).

NOTE: Spettatori 2976, incasso 29.412 Euro. Lube battute sbagliate 13, ace 8, muri vincenti 6, ricezione 58% (33% perfette), attacco 54%. Ravenna battute sbagliate 12, ace 3, muri vincenti 7, ricezione 39% (21% perfette), attacco 42%.

Le interviste nel dopo gara

Robertlandy Simon: “Oggi abbiamo commesso tanti errori, dobbiamo continuare a lavorare tanto in allenamento per migliorarci. In generale abbiamo giocato bene ma ci manca ancora qualcosa. Ora pensiamo alla sfida di Champions a Trento, sarà difficile. Poi abbiamo altre partite importanti prima della Coppa Italia: dobbiamo essere in grado di arrivarci al meglio. Dobbiamo pensare al futuro, ad arrivare bene nelle competizioni importanti che ci aspettano”.

Enrico Diamantini: “Stasera abbiamo portato a casa tre punti importanti. Il match a Modena? L’abbiamo archiviato subito, una partita del genere può succedere, bisogna riconoscere i meriti a Modena perché ha giocato bene. A Trento sarà un match importantissimo di Champions League che vale la qualificazione diretta: andremo carichi come sempre”.

Fefè De Giorgi: “La partita di oggi serviva per far rivedere la nostra voglia di giocare bene. Alcune cose le abbiamo fatte correttamente, altre sono da migliorare, nonostante il 3 a 0 finale. Leal e Ghafour? Per Leal aspetto l’ok dello staff medico, per Ghafour ancora una settimana di riposo e altri esami per verificare il suo stato di salute. A Trento sarà una partita importante dove lotteremo per guadagnare la vetta nel girone di Champions League”.

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.altrogiornalemarche.it
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: