La Cucine Lube Civitanova è campione d’inverno: 3-0 a Padova e vetta di SuperLega blindata

La Cucine Lube Civitanova è campione d’inverno: 3-0 a Padova e vetta di SuperLega blindata

PADOVA – La Cucine Lube Civitanova è campione d’inverno. I biancorossi espugnano anche la Kioene Arena di Padova, ottenendo l’undicesimo successo su altrettante gare disputate in SuperLega e con 32 punti conquistati (su 33 a disposizione) sono già certi del primo posto al termine del girone di andata, con una giornata di anticipo. In attesa di affrontare l’ennesima trasferta di questo dicembre: giovedì in campo ad Istanbul in Champions League.

Netto il dominio in ogni fondamentale degli uomini di De Giorgi per tutto l’arco della gara, bravi ad approcciare il match con un’intensità di gioco elevatissima, mantenendola praticamente per tutto l’arco della gara, con un Bruno ispirato in regia. Top scorer del match ed MVP un super-Simon, autore di 17 punti (4 ace e 5 muri).

La partita

Coach De Giorgi cambia ancora al centro, in campo Simon-Anzani, poi Bruno-Rychlicki, Juantorena-Leal, Balaso libero. Baldovin sceglie Randazzo a schiacciare con Ishikawa, al centro Polo-Volpato, regia affidata a Travica, Hernandez opposto, Danani libero.

Partenza sprint della Cucine Lube Civitanova guidata dal servizio di Leal e dai muri di Simon (2-7): l’impatto col match dei campioni del mondo è davvero di altissimo livello, Juantorena in contrattacco e ancora Simon (5 punti nel set), stavolta in battuta, firmano addirittura il +9 (3-12). La ricezione di Padova è in balia del servizio biancorosso, Volpato sbaglia il primo tempo (5-15), Leal ferma due volte Hernandez a muro e la Cucine Lube vola sul 6-19. Bruno è ispiratissimo in regia e regala un paio di giocate strappa-applausi, il set si chiude 12-25 con i colpi di Rychlicki (71% in attacco).

L’intensità del gioco biancorosso non accenna a calare nel secondo set, Bruno e Simon danno spettacolo (2-6 con due primi tempi consecutivi e 4-10 con uno splendido colpo di seconda intenzione per il regista brasiliano). Baldovin inserisce Barnes per Randazzo ma i cucinieri dominano al centro con Anzani e Simon (7-14, altri 5 punti nel set per il cubano): Padova ci prova con due contrattacchi consecutivi di Hernandez e un errore di Simon (13-16), Rychlicki riporta i suoi al +5 (14-19). Il finale è tutto di Leal, la Cucine Lube Civitanova chiude 20-25.

Break Cucine Lube che arriva puntuale anche nel terzo set: Simon scardina la ricezione padovana con tre ace aiutato anche da Bruno a muro e Anzani in contrattacco, portando i biancorossi al +6 (4-10). Barnes, rimasto in campo, piazza il 9-12 in contrattacco ma un super-muro ancora di Simon rilancia subito i cucinieri (9-14). Unico sussulto di Padova con Barnes (16-19), i neo campioni del mondo tengono alta la concentrazione fino in fondo e chiudono 18-25.

Il tabellino

KIOENE PADOVA: Polo, Bassanello (l) n.e., Fusaro n.e., Cottarelli n.e., Danani (l), Volpato 3, Travica 1, Ishikawa 8, Casaro, Randazzo 1, Hernandez 11, Barnes 6. All. Volpato.

CUCINE LUBE CIVITANOVA: Anzani 4, Kovar, D’Hulst, Marchisio (l) n.e., Juantorena 7, Massari n.e., Leal 11, Ghafour n.e., Rychlicki 11, Diamantini n.e., Simon 17, Bruninho 3, Bieniek n.e., Balaso (l). All. De Giorgi.

ARBITRI: Piana (Mo); Santi (Pg).

PARZIALI: 12-25 (21′); 20-25 (29′); 18-25 (27′).

NOTE: spettatori 3280, incasso, 32.009,35 Euro. Padova: 13 battute sbagliate, 1 aces, 4 muri vincenti, 48% in ricezione (26% perfette) 36% in attacco. Lube: 12 b.s., 4 aces, 10 m.v., 49% in ricezione (23% perfette), 52% in attacco. Votato miglior giocatore: Simon.

Le interviste al termine dell’undicesima vittoria

Robertlandy Simon: “Stiamo una bella squadra, una famiglia, stiamo diventando quello che volevamo. Siamo pronti e tranquilli ad affrontare le prossime sfide del mese di dicembre. L’importante di oggi non è la mia prestazione ma la vittoria e continuare tutti a giocare bene: ora ci riposiamo un giorno poi pensiamo alla prossima trasferta di Istanbul”.

Fabio Balaso: “Bellissimo tornare a giocare nella mia Padova dove tutto è iniziato, è stata una bellissima partita soprattutto per i tre punti portati a casa. Ed ora la testa torna già alla Champions League. Con la vittoria di oggi abbiamo confermato il primo posto in SuperLega, in una gara giocata con una bella intensità, abbiamo sempre espresso il nostro gioco mettendoli in difficoltà”.

Fefè De Giorgi: “Le motivazioni per vincere ci sono sempre, oggi sapevamo che poteva essere una partita delicata ma abbiamo trasformato questo in energia in campo: la squadra ha dato segnali importanti da questo punto di vista. Sono contento, riusciamo a chiudere una porta e riaprirne un’altra gara dopo gara, non è una cosa scontata. Finalmente abbiamo un giorno completo di riposo per recuperare energie poi ecco di nuovo la Champions League”.

 

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.altrogiornalemarche.it
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: