ANCONA & provinciaEVENTIIN PRIMO PIANO

Daniele Massaro ha visitato oggi il reparto di Cardiochirurgia pediatrica e congenita di Ancona

Daniele Massaro ha visitato oggi il reparto di Cardiochirurgia pediatrica e congenita di Ancona

La visita del campione per incontrare un suo tifoso speciale e tutti i cuori birichini ricoverati

ANCONA – Questa mattina si è recato nel reparto di Cardiochirurgia pediatrica e congenita di Ancona, per incontrare un suo speciale tifoso, un grandissimo campione di calcio, famosissimo perché diventato campione e vice campione mondiale con la sua squadra del cuore, il Milan.

Si tratta di Daniele Massaro che, accompagnato da Theo Tassias, è venuto a far visita a tutti i bambini ricoverati nel reparto di Cardiologia e Cardiochirurgia pediatrica e congenita di Ancona diretto dal dottor Marco Pozzi.

È stato Infatti proprio il primario con la presidente dell’associazione Un battito di Ali Chiara Mormile e il direttore Operativo dell’associazione Valentina Felici  ad accogliere questo campione.

Uno spettinato Pupozzi l’ha accompagnato all’interno delle stanze…e a salutare uno speciale tifoso che durante la sua degenza in reparto aveva manifestato, mediante La Cartella Giocosa, progetto dell’associazione Un Battito di ALi, la sua passione per il Milan.

Daniele Massaro aveva , tramite videochiamate , parlato  con il nostro cuore birichino, incoraggiato a non mollare e promesso che presto lo avrebbe incontrato. Ed oggi ha mantenuto la sua promessa, il Fuoriclasse venuto da Milano, non solo  ha incontrato il suo speciale tifoso ma ha portato  gadget e soprattutto sorrisi a tutti i piccoli cuori birichini ricoverati. È stato un momento davvero emozionante poterlo accogliere all’interno della sala giochi e poi  all’interno del reparto per fare una piacevolissima sorpresa a tutti i piccoli ricoverati e alle mamme.

Oggi abbiamo avuto la fortuna di conoscere un vero campione che porteremo nel nostro cuore e sicuramente lui potrà fare lo stesso con il ricordo di quello che ha visto e vissuto oggi con il  primario, con il personale della Cardiologia e cardiochirurgia pediatrica  e l’associazione un battito di ali.

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.altrogiornalemarche.it