Abbandona la detenzione domiciliare: arrestato, condannato e portato in carcere

Abbandona la detenzione domiciliare: arrestato, condannato e portato in carcere

CERRETO D’ESI – Doveva scontare una detenzione domiciliare, presso una comunità terapeutica delle Marche, a seguito di una denuncia per spaccio. Prima del termine della pena, dieci mesi, evade. Arrestato, poco dopo, dai carabinieri è stato tradotto in carcere per finire di scontare la pena.

Nei giorni scorsi, però, è stato nuovamente arrestato. Protagonista un 30enne di Cerreto d’Esi. Il giovane, due anni fa, è stato denunciato per spaccio dai militari della stazione di Cerreto d’Esi. Al termine del processo è stata disposta una pena di 10 mesi da scontare in una comunità terapeutica.

L’uomo, prima del termine, ha deciso di evadere. Rintracciato rapidamente dai carabinieri è stato accompagnato nuovamente in carcere per finire di scontare quanto doveva. Nei giorni scorsi il nuovo provvedimento. I carabinieri di Cerreto d’Esi hanno bussato alla sua porta e lo hanno arrestato nuovamente.

Al termine del nuovo processo, infatti, il giudice del Tribunale di Ancona ha disposto un’altra pena di 10 mesi per il reato di evasione. Il 30enne, quindi, è stato prelevato e trasferito nel carcere di Ancona.

 

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.altrogiornalemarche.it
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: