La Nazionale di Mancini brilla in Nations League e si prende le Final Four

La Nazionale di Mancini brilla in Nations League e si prende le Final Four

La Nazionale di Mancini non va al Mondiale, ma brilla in Nations League. Un vero e proprio paradosso vedere gli Azzurri che, dopo un periodo difficile che ha portato all’esclusione dalla più importante competizione internazionale , adesso sembrano aver trovato fiducia e stimoli, riuscendo ad arrivare primi nel girone e a qualificarsi per le Final Four. Un buon risultato che getta le basi per il prossimo progetto, resta da capire se sempre sotto la guida di Roberto Mancini o qualcosa cambierà.

Nell’ultima partita l’Italia ha sfidato l’Ungheria, riuscendo ad imporsi per ben 2-0. Un risultato certamente atteso, come pronosticato dai siti di scommesse, online i più ricercati insieme alla guida all’utilizzo di Postepay nei casino online. I bookmakers hanno indicato gli Azzurri come i favoriti alla vittoria finale del match e la loro quotazione è cresciuta ancora di più per la vittoria delle Final Four.

Ungheria battuta grazie a Raspadori e Dimarco

È un’Italia formato Mondiale che, però, non sarà presente per la seconda volta consecutiva. I ragazzi di Mancini pagano le due partite sbagliate in seguito alla vittoria di Euro 2022. Forse un eccesso di sicurezza, forse la stanchezza, ha minato il cammino degli Azzurri che ora si trovano a dover guardare la competizione dal divano di casa.

Ma per quanto sia doloroso per i tifosi non vederla lì, tra le grandi del mondo, c’è la certezza che stia costruendo un nuovo ciclo, sempre sotto l’ombra di Roberto Mancini. L’Italia post delusione Mondiale, brilla e incanta. L’ha dimostrato ancora una volta contro l’Ungheria, avversario ostico. L’Italia riesce a imporsi per 2-0, vedendo ancora una volta Raspadori in rete, insieme a Dimarco che in queste ultime uscite si è meritato senza dubbio di essere il titolare della fascia sinistra.

Fin dalle prime battute l’Italia è sembrata poter portare a casa i tre punti. Certamente l’Ungheria ha giocato un’ottima gara, ma gli Azzurri sono stati fin troppo superiori e lo si è dimostrato lungo il corso della partita, fin quando il fisico ha retto. Mancini è partito con un 3-5-2 a San Siro, preferendo rispetto alla formazione dello scorso match Gnonto a Scamacca. Sarà dal piccolo italiano che scaturirà il gol dell’1-0: retropassaggio sbagliato di Nagy per il portiere che diventa occasione per Gnonto, Gulasci non riesce a imporsi e Raspadori come un falco la infila in rete, portando in vantaggio la Nazionale Azzurra. Il giovane e forte attaccante del Napoli ha segnato il suo secondo gol consecutivo con l’Italia, il quinto fino a questo momento. Si sta dimostrando sempre più decisivo, dando la sensazione che Mancini possa aver trovato il giusto rinforzo per guidare l’attacco italiano. Da segnalare il gol splendido di Dimarco al settimo del secondo tempo, con un incursione in area che non lascia scampo alla difesa ungherese, siglando il gol numero 1500 della Nazionale nella storia.

È un’altra Italia, finalmente. Certamente c’è rammarico per le sorti del Mondiale, ma ora testa alle Final Fuor, con gli Azzurri che al sorteggio per Euro 2024 saranno testa di serie e sesti nel ranking Fifa. L’Italia sta tornando.

 

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.altrogiornalemarche.it
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: