Mastrovincenzo: “Sicurezza sul lavoro nelle Marche, dati allarmanti e Giunta regionale immobile”

Mastrovincenzo: “Sicurezza sul lavoro nelle Marche, dati allarmanti e Giunta regionale immobile”

di ANTONIO MASTROVINCENZO*

ANCONA –  I dati INAIL, elaborati dalla CGIL, relativi agli infortuni sul lavoro sono molto preoccupanti.

Nei primi 5 mesi del 2022 sono aumentati del 30% rispetto allo stesso periodo del 2021. Aumentano sensibilmente gli infortuni degli under 19 e delle donne. In particolare i settori più colpiti sono quelli dei trasporti, del magazzinaggio, della sanità e delle costruzioni.

Anche il dato degli incidenti mortali è purtroppo in crescita.

Davanti a questo quadro sconfortante, spicca l’assoluto immobilismo della Giunta Acquaroli, nonostante la mozione del Gruppo Pd, di cui ero stato il primo firmatario, approvata 5 mesi fa all’unanimità dal Consiglio regionale in tema di sicurezza sul lavoro.

L’atto di indirizzo impegnava la Giunta ad aumentare le risorse per le attività di prevenzione, ad aumentare il numero degli addetti alle attività di prevenzione e protezione dai rischi in ambito lavorativo da parte dell’ASUR, a definire al più presto il Piano regionale mirato di prevenzione e quelli tematici, così come previsto dal Piano Nazionale 2020-2025.

Alla luce degli ultimi dati, la mozione approvata dal Consiglio Regionale a febbraio assume ancora più rilevanza e non sono più accettabili dilazioni temporali da parte della Giunta regionale a cui chiediamo da tempo risposte concrete.

Su questo tema è indispensabile l’impegno di tutti, a partire dalle istituzioni e dalle imprese: occorre sempre più investire in sicurezza, prevenzione, formazione, lavoro stabile e di qualità.

*Consigliere regionale Partito democratico

 

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.altrogiornalemarche.it
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: