Dove trema la terra, partito da Fabriano il viaggio solidale in bicicletta di Massimo Pedersoli

Dove trema la terra, partito da Fabriano il viaggio solidale in bicicletta di Massimo Pedersoli

FABRIANO – E’ partito questa mattina da Fabriano il viaggio solidale in bicicletta DOVE TREMA LA TERRA.

Massimo Pedersoli ha incontrato il sindaco Gabriele Santarelli con cui ha parlato del suo progetto e della scelta di partire da Genova.

Massimo ha fatto notare al sindaco che camminando per il centro della cittadina non ha notato gravi danni strutturali agli edifici, é stato però subito smentito: il palazzo del comune é tutt’ora inagibile, 250 famiglie hanno dovuto lasciare le proprie case, una scuola é stata abbattuta e un’ altra inagibile, anche Fabriano ha pagato un tributo al sisma del 2016.

Prima di partire il ragazzo genovese ha donato al sindaco una cartolina di Genova con la spiegazione del suo progetto.

La pedalata di Massimo continua attraverso altri paesi del cratere sismico: é transitato da Cerreto d’Esi dove il centro storico é in qualche zona transennato, si é diretto verso la vivace cittadina di Matelica dove anche in questo caso ci sono cantieri in atto ma sembrano “normali” ristrutturazioni di facciate.

É a Castelraimondo che nella giornata di oggi ci si rende conto di quanto abbia colpito duramente il terremoto qui, case abbandonate e negozi chiusi, la chiesa e il campanile messi in sicurezza con travi in legno e cavo d’acciaio.

Era preparato Massimo a quello che avrebbe incontrato nel viaggio ma é stato comunque un momento molto intenso ed emozionante, la tappa termina in un’altra cittadina martoriata dal terremoto Serravalle di Chienti dove Massimo domani mattina alla ripartenza incontrerà il sindaco Emiliano Nardi e il vice sindaco Gabriele Santamarianova.

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.altrogiornalemarche.it
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: