Consegnate dal Rotary Club Fabriano le “Borse di Studio Abramo Galassi”

Consegnate dal Rotary Club Fabriano le “Borse di Studio Abramo Galassi”

di DANIELE GATTUCCI

FABRIANO – Decima edizione di consegna delle “Borse di Studio Abramo Galassi” istituite dal Rotary Club Fabriano nell’anno 2012-2013 e co-finanziate dalla famiglia Galassi. “Il nostro obiettivo” ha commentato il presidente del Rotary, Mario Ciappelloni, nel corso della cerimonia di assegnazione del riconoscimento tenuta nell’Aula Magna dell’Istituto Tecnico Morea, alla presenza della componente Commissione Borse di Studio “Galassi” Annamaria D’Atri e il Paul Harris Fellow, Paolo Montanari “è dimostrare la vicinanza del Club ai migliori studenti dell’anno scolastico appena terminato che hanno deciso di continuare gli studi a livello universitario.

Ad insindacabile giudizio del collegio dei docenti vengono scelti i ragazzi da premiare, uno per ciascuna scuola media superiore fabrianese – e ancora – la Fondazione Rotary sponsorizza e finanzia uno dei più estesi programmi di borse di studio del mondo che possono essere erogate direttamente dai club, da qui la compartecipazione al progetto del prof. Abramo Galassi. Socio Rotariano che volle le borse di studio, sollecitando però la sua famiglia nel continuare a sostenere questa sua volontà anche dopo la morte. Un uomo, ingegnere, che ha inventato il polo industriale delle cappe a Fabriano ponendosi alla guida di un’azienda con filiali presenti in tutto il mondo e titoli onorifici che si era conquistato con la sua incessante attività compresa una laurea in ingegneria Honoris causa. Ma Galassi – ha chiosato Ciappelloni– preferiva essere chiamato, Professore, in quanto insegnante di chimica all’ITIS di Fabriano e la cultura, la scuola, la didattica, erano le sue passioni.

È stato oltre che grande imprenditore un importante mecenate e a Fabriano la sua presenza è ancora ben presente in alcune strumentazioni ospedaliere, in donazioni di ambulanze e la stessa chiesina dell’ospedale. Persona gentile, colta e capace, diceva che il legame tra l’azienda che produce ricchezza e il territorio, è imprescindibile per far crescere culturalmente e socialmente un paese: il testamento più bello che lascia a questa città. Tutto questo – ha sottolineato il presidente – per dirvi che dovete essere fieri di aver ottenuto tale riconoscimento e orgogliosi del lavoro che avete fatto in questi anni di scuola, il nostro augurio è che continuiate ad impegnarvi e raccogliere risultati positivi.”

Come detto ad insindacabile giudizio del collegio dei docenti vengono scelti i ragazzi da premiare, uno per ciascuna scuola media superiore fabrianese: Daiana Dervishi, ITG “Morea”; Gabriele Campioni, ITAS “Vivarelli”; Simone Agostinelli, ITIS “Merloni”; Elvira De Cristofaro, Liceo Artistico “Mannucci”; Beatrice Marasca, Liceo Classico “Stelluti”; Matteo Menghini, Liceo Scientifico “Volterra”.

 

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.altrogiornalemarche.it
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: