Cinzia Petetta: “No al gender nelle scuole, iniziativa inopportuna”

Cinzia Petetta: “No al gender nelle scuole, iniziativa inopportuna”

ANCONA – Riceviamo e pubblichiamo una nota diffusa oggi da Cinzia Petetta , vice responsabile regionale del Dipartimento Pari opportunità, famiglia e valori non negoziabili di Fratelli d’Italia Marche.

“In questi giorni – scrive Cinzia Petetta (nella foto) – i dirigenti delle scuole italiane di ogni ordine e grado hanno ricevuto una circolare del Ministero dell’Istruzione, guidato dal ministro Patrizio Bianchi, in cui si invita a celebrare il 17 maggio “la giornata internazionale contro l’omofobia, la transfobia e la bifobia”.

“Il problema è che questa giornata era istituita dal defunto Ddl Zan, bocciato al Senato ad ottobre 2021. Abbiamo dunque un tentativo inaccettabile di applicare ad ogni costo l’articolo 7 di questa proposta di legge che voleva spiegare anche a bambini di 6 o 7 anni cosa fosse l’omofobia la transfobia e la bifobia.

“Come dipartimento regionale Pari opportunità, famiglia e valori non negoziabili di Fratelli d’Italia, oltre ad aspettare le risposte all’interrogazione parlamentare a firma degli onorevoli Paola Frassinetti e della Ella Bucalo, responsabili del Dipartimento Istruzione e Scuola, e della senatrice Isabella Rauti, responsabile del dipartimento Pari opportunità, famiglia e valori non negoziabili, anche nelle Marche siamo a fianco delle famiglie alle quali ricordiamo che tali iniziative, qualora organizzate dalle scuole, prevedono, per legge, il preventivo consenso informato dei genitori. Invito dunque le famiglie – conclude Cinzia Petetta – a prestare la massima attenzione a queste inopportune iniziative e a non temere di bloccarle sul nascere”.

 

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.altrogiornalemarche.it
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: