L’Eurosuole Forum saluta in festa il 2021! La Lube ferma la Kioene con il massimo scarto

L’Eurosuole Forum saluta in festa il 2021! La Lube ferma la Kioene con il massimo scarto

CIVITANOVA MARCHE – La Cucine Lube Civitanova torna subito alla vittoria in campionato dopo il passo falso della settimana scorsa con Perugia. Il girone di ritorno si apre con l’affermazione per 3-0 (25-20, 25-17, 25-20) sulla Kioene Padova. Risultato con cui l’Eurosuole Forum e i tifosi biancorossi salutano un 2021 intenso e ricco di soddisfazioni.

Salita a 31 punti in classifica e prima inseguitrice dei Block Devils, Civitanova tornerà in campo mercoledì 29 dicembre alle 20.30 contro Piacenza (con diretta RAI Sport, Volleyball TV e Radio Arancia) al PalaBanca.

La Cucine Lube sa resistere e lo fa molto bene con la regia di De Cecco, MVP del match. I biancorossi cambiano ancora una volta assetto, vista l’indisponibilità di Juantorena e Lucarelli, ma la squadra ingrana dopo un quarto d’ora di rodaggio. Con Zaytsev dirottato in posto 4, Civitanova attacca con il 62% di efficacia, stravince la sfida dai 9 metri (6-2), a muro (6-2) e in ricezione. Molto fallosi al servizio gli avversari (21 errori), ma tenaci nel primo set e nel finale del terzo.

Il top scorer dell’incontro è dall’altra parte del campo, Mattia Bottolo (13 punti con il 60%), ma gli attaccanti del sestetto marchigiano fanno in pieno il loro lavoro. Garcia Fernandez chiude con 12 punti e il 57%, mentre sono 20 i punti, equamente distribuiti, per Yant (64%) e Zaytsev (56%).

A indirizzare il primo set (25-20) è il punto di Zaytsev al termine dello scambio più lungo (17-16). Un’iniezione di fiducia seguita dall’ace di Garcia e l’attacco di Simon (20-17). Buon lavoro di De Cecco e una buona gestione dai nove metri di tutto il team. Finale in discesa e vittoria su un servizio out padovano. Nel secondo set (25-17) Garcia si mette subito in evidenza (6 punti con 2 ace). La Lube mette presto la freccia (11-8) e dilaga (23-16) con il 69% di realizzazione in attacco. Il terzo set (25-20) è tutto di marca biancorossa. Decisive le serie al servizio di Yant in avvio (10-5) e di De Cecco nel cuore del parziale (19-12), così come i 5 punti dello Zar e gli attacchi di Yant. Gli uomini di Cuttini ci credono (23-19), ma il muro di Yant chiude i conti.

Spettatori: 1.338

Incasso: 20.980, 41 euro

MVP: Luciano De Cecco (Cucine Lube Civitanova)

La gara

Senza Juantorena e Lucarelli, Chicco Blengini punta su Zaytsev in banda. Biancorossi in campo con De Cecco al palleggio per l’opposto Garcia Fernandez, Simon e Anzani al centro, Yant e Zaytsev laterali, Balaso libero. Patavini schierati con Zimmermann al palleggio per la bocca da fuoco Weber, Canella e l’ex biancorosso Vitelli al centro, Bottolo e Loeppky laterali, Gottardo libero

In avvio la Lube regge in ricezione (6-4), ma Padova trova il sorpasso a muro e il doppio vantaggio con l’ex Vitelli (7-9). I patavini sprecano in attacco e i biancorossi rimettono il naso avanti (10-9). Si procede punto a punto. Dopo lo scambio più sofferto del set Civitanova è avanti 17-16 con Zaytsev. Il doppio vantaggio arriva con l’ace di Garcia favorito dal nastro (19-17), il +3 con l’attacco di Simon (20-17). La Lube non concede più nulla e vola sul 23-18 con il buon lavoro del muro e l’ace di Zaytsev. Tra gli ospiti entra Takahashi, ma Padova capitola su un servizio out (25-20).

Nel secondo set due prodezze di Garcia (attacco ed ace), seguite dalla stoccata di Simon (11-8), rompono l’equilibrio. Cuttini gioca la carta Petrov. Il vantaggio aumenta sulla battuta a rete degli ospiti (14-10). I biancorossi procedono compatti a muro e vanno sul +5 grazie a un servizio fuori misura dei veneti. Gli uomini di Cuttini forzano per rientrare in partita, ma su un altro errore arriva il +6 dei biancorossi, che poi dilagano con Yant (23-16) e chiudono con il block di Anzani (25-17) dopo qualche brivido per un precedente scontro fortuito del nuovo entrato Marchisio con un compagno.

Nel terzo set i biancorossi sono subito padroni del gioco. La serie al servizio di Yant, le difese di Balaso, la mano calda dello Zar e gli attacchi fuori misura degli ospiti valgono il 10-5. Padova reagisce e, complice un’infrazione ravvisata dall’arbitro si porta fino al 13-11. Un piccolo calo di tensione a cui i cucinieri rimediano con il successivo forcing che porta al 19-12 grazie alla serie di De Cecco al servizio e di un muro insormontabile che favorisce conclusioni come quella di Yant. Gli uomini di Cuttini non si arrendono e rosicchiano punti (23-19), ma sbagliano un servizio fondamentale (24-19) prima di crollare sul muro di Yant (25-20).

Il tabellino

CUCINE LUBE CIVITANOVA: Garcia Fernandez 12, Kovar ne, Sottile, Marchisio, Jeroncic (L) ne, Balaso (L), Zaytsev 10, Penna ne, Diamantini 1, Simon 6, De Cecco 2, Anzani 7, Yant 10. All. Blengini.

KIONE PADOVA: Bassanello (L) ne, Gottardo (L), Loeppky 3, Schiro, Vitelli 5, Zoppellari, Volpato 2, Bottolo 13, Takahashi, Zimmermann, Canella 3, Weber 11, Crosato, Petrov. All.: Cuttini

ARBITRI: Carcione e Caretti, entrambi di Roma

PARZIALI: 25-20 (25’), 25-17 (26’), 25-20 (27’). Tot.: 1h 18’.

NOTE: Civitanova 14 battute sbagliate, 6 ace, 6 muri vincenti, 62% in attacco, 50% in ricezione (32 % perfette). Padova 21 battute sbagliate, 2 ace, 2 muri, 47% in attacco, 41% in ricezione (22% perfette). Spettatori: 1.338. Incasso: 20.980, 41 euro. MVP: De Cecco

Le dichiarazioni dei biancorossi dopo la vittoria

GIANLORENZO BLENGINI (allenatore): “Faccio gli auguri a tutti: oggi siamo più sorridenti e contenti rispetto alla settimana scorsa. Stringiamo i denti e resistiamo per recuperare, anche se progressivamente la situazione infortuni sembra peggiorare. Gli uomini sono contati, ma i giocatori stanno dimostrando anche capacità di adattarsi. Zaytsev stava recuperando la condizione e l’ho utilizzato in posto 4: non giocava in quel ruolo da più di 3 anni e ci sono meccanismi difficili da adeguare in poco tempo. I grandi giocatori hanno capacità di adattamento e Ivan si è messo a disposizione della squadra. I ragazzi hanno impostato bene la partita, non hanno sottovalutato la difficoltà della sfida e hanno conquistato una vittoria importante. La trasferta contro Piacenza sarà più difficile, il livello degli emiliani è superiore rispetto a Padova: dovremo prepararci a mettere in campo la più alta qualità possibile, sapendo che non ci lasceranno la possibilità di giocare al di sotto delle nostre potenzialità. La Gas Sales Bluenergy ci ha battuto all’andata e sappiamo che tipo di partita ci aspetterà. In questo momento ci arrangiamo e guardiamo quello che abbiamo, senza soffermarci sulle mancanze, scendendo in campo consapevoli delle difficoltà e offrendo il nostro livello migliore. Vittorie come quella di oggi rappresentano risorse che aggiungono valore alla squadra”.

LUCIANO DE CECCO: “Siamo in pochi ad allenarci e si fa quel che si può, anche se è complicato bisogna far risultato. Finora abbiamo perso poche partite, siamo secondi in SuperLega e siamo in corsa per tutte le competizioni a cui partecipiamo, è un aspetto molto positivo. L’infermeria piena è il nostro unico problema, ma siamo positivi e andiamo avanti. L’importante è vincere, sono settimane difficili e abbiamo faticato ad allenarci, oltre al fatto che le notizie degli infortuni non sono mai gradite: a parte il riconoscimento come MVP, mi piacerebbe che tornassimo tutti a disposizione come a inizio stagione, godendoci l’annata al completo”.

GABI GARCIA FERNANDEZ: “Ieri era Natale, oggi siamo in campo e la squadra, ma continuiamo a lavorare. Quella di oggi è stata una vittoria di squadra, risultato del lavoro sodo di ognuno di noi, un sacrificio che alla fine premia sempre. Il ritmo ha fatto la differenza, anche se venivamo da una settimana complicata, tra la sconfitta interna contro Perugia e il periodo di festa. Torneremo in campo a Piacenza e puntiamo a vincere ancora”.

IVAN ZAYTSEV: “Facciamo parte di una squadra e nel mio bagaglio tecnico di giocatore ho avuto esperienza in banda: quando c’è bisogno si fa questo e altro per cercare di dare una mano in questa situazione d’emergenza. Speriamo nel rientro degli infortunati per trovare ritmo in allenamento, anche perché Chicco Blengini sta impazzendo durante la settimana per trovare gli equilibri. Avrò avuto 280 battiti al minuto quando ho fatto punto nello scambio più lungo del match al primo set, mi manca un po’ di resistenza in questo momento, ma cerchiamo di mantenere stabile la crescita del recupero del ginocchio, i movimenti in posto 4 possono aiutare. La pallavolo è l’unico sport in cui si gioca così tanto durante le festività natalizie, da oggi al 9 gennaio avremo 6 partite: è tosta, però restiamo concentrati per non perdere punti per strada”.

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.altrogiornalemarche.it
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: