Un travolgente Jonny Cocci entusiasma il pubblico di Lido di Fermo

Un travolgente Jonny Cocci entusiasma il pubblico di Lido di Fermo

LIDO DI FERMO – Nuova vittoria del pugile di San Benedetto, Jonny Cocci, ottenuta prima del limite contro il francese Omar Kobba.

Un match intenso che ha scaldato, sul ring del Paradise Beach, direttamente sulla spiaggia, il pubblico finalmente in presenza sia pure con tutte le cautele imposte dalla pandemia.

Un match iniziato con una prima ripresa densa di colpi di scena: al primo minuto Cocci centra la mascella di Kobba con un preciso destro d’incontro e lo fa contare. Ci si attende una fine rapida ma nel successivo scambio con  i due alle corde Cocci cade fuori del ring in malo modo rimediando non poche contusioni.

Stop, ripristino del ring ed il match riparte con il sambenedettese frastornato tanto che Kobba, impostato in guardia destra, si fa sotto e gli crea qualche problema fino alla terza ripresa quando Cocci, ripresosi totalmente, ha ingranato la marcia ed ha cominciato un lavoro di demolizione attuato soprattutto con il destro in diretto ed in gancio alternati alla mascella ed al bersaglio grosso. Kobba ha retto e risposto caparbiamente con folate offensive molto pericolose fino all’inizio della quinta ripresa quando è stato costretto ad un secondo conteggio seguito da una serie di colpi interrotti dall’ottimo arbitro Di Clementi che ha decretato la chiusura delle ostilità. Un Kot alla quinta ripresa che arricchisce il record di Cocci che resta imbattuto.

Fra i dilettanti da citare il combattimento fra il fermano Gironelli e l’umbro Amanaa che si sono dati battaglia per tutte le tre riprese senza concedersi tregua. Sostanzialmente giusto il pareggio anche se, a nostro modo di vedere, sia pure di una inezia, avremmo preferito Gironelli. Tarquini della Pug. Kaflot ha fatto suo il verdetto ai danni dello svizzero Chiera dall’alto di una continua evidentissima superiorità. Decisamente buona anche la prestazione dell’altro svizzero Guerin che ha superato il fermano Casalena. In evidenza anche Altea di Senigallia che si imposto sull’ abruzzese Talvacchia, giunto accompagnato da supporter che hanno fatto  un tifo da stadio.

Solita presenza del Presidente regionale Luciano Romanella che, da par suo, ha saputo gestire e supportare con  parole adeguate la manifestazione e dare anche il via ai campionati nazionali di Gym Boxe che fino a domenica per tre giornate vedranno oltre 300 amatori impegnati sullo stesso ring.

Arbitri Giudici: Fabrizio Longarini, Elisa Pecorari, Sauro Di Clementi, Alberto Lupi; Commissario di Riunione: Gabriele Fradeani; Medico di bordo ring: Serafino Salvi; Cronometrista: David Rocco; Speaker: Kristel Talamonti; Presidio Sanitario: Croce Verde di  Fermo.

I risultati

Professionisti pesi supermedi: Jonny Cocci ( kg 79,5-Pug. 1923) b. Omar Kobba (Gladiator – kg 80) Kot 5^ ripresa.

Junior kg 57: Tarquini Lorenzo ( Kaflot) b. Chiera Michael (Pug. Ascona); youth kg 69: Mellozzi Riccardo (Ascoli Boxe) b. Impiccini Federico (Lionheart); Elite 2^ kg 81: Falcioni Alessandro (Ascoli Boxe) e Lamona Andrea (Lionheart) pari; kg 75: Altea Gianpaolo (Pug. Senigallia) b. Talvacchia Giacomo (Lionheart); kg 59: Guerini Marvin (Pug. Ascona) b. Casalena Michael (Nike); Elite kg 69: Gironelli Elia (Nike) e Amanaa Ben Fahed (Perugia Fight) pari.

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.altrogiornalemarche.it
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: