Tanto spettacolo, incontri equilibrati e quattro pareggi ad Ancona in un bel pomeriggio di boxe

Tanto spettacolo, incontri equilibrati e quattro pareggi ad Ancona in un bel pomeriggio di boxe

di FRANCESCO FERRONI

ANCONA – Prima riunione in assoluto, dedicata alla memoria del pugile Kachama Musasa recentemente scomparso, organizzata dalla GLS Dorica di Ancona, società di nuova costituzione guidata dal presidente Urbinati e dall’ex pugile Pieroni che cura la parte tecnica, decisamente di buona levatura con nove combattimenti fra dilettanti AOB con il concorso di pugili regionali e della vicina Romagna.

Quattro i pareggi decretati dalla terna arbitrale sul ring dell’impianto sportivo “San Giuliano” che testimoniano della validità degli accoppiamenti fra atleti di pari possibilità; incontri quindi equilibrati e grande agonismo.

Tutti validi i combattimenti, dicevamo, ma soprattutto due meritano, a nostro modesto avviso, la palma dei migliori. Ci riferiamo a Iengo contro Campa e Gioacchini contro Sassaroli.

Nel primo match il verdetto è andato all’anconetano Iengo che assieme al romagnolo Campa si è prodotto in un  forcing continuo. Entrambi guardia destra ed entrambi grintosi si sono affrontati alla media e corta distanza con l’uso preminente, soprattutto da parte di Iengo, di ganci e montanti. Decisamente buona la prova dei due atleti ma sicuramente superiore la carica agonistica dell’anconetano che ha terminato in crescendo.

Fra l’anconetano Gioacchini della Pug. Dorica e lo jesino Sassaroli il classico confronto fra tecnica e potenza. Più raccolto Sassaroli, ha sempre cercato la corta distanza per far valere la potenza dei propri colpi angolati. Gioacchini gli ha contrapposto la sua boxe fatta di colpi diritti portati in velocità con entrambe le braccia e con spostamenti sul tronco e sulle gambe.

Un ottimo elemento questo atleta longilineo, curato dal Tecnico Adelchi Tonucci, cui possiamo fare solo un appunto sulla guardia che tiene molto bassa; per ora riesce ad evitare la gran parte dei colpi ma salendo di categoria potrebbe trovarsi in difficoltà.

Fra gli ospiti abbiamo apprezzato la prova di Mazzoli di Rimini che ha superato il sambenedettese Fedeli in un match agonisticamente molto valido ed anche abbastanza equilibrato.

Altro ottimo elemento Storani della Nike di Fermo che ha costretto lo jesino Doda ad una difesa affannosa fino all’ultimo suono del gong.

Arbitri Giudici: Lupi Alberto, Di Clementi Sauro, Pecorari Elisa, Longarini Fabrizio; Commissario di Riunione: Fradeani Gabriele; Speaker: Talamonti Kristel; Medico di bordo ring: Bruscoli Roberto; Addetto al cronometraggio: Rocco David.

I risultati

Junior kg 66: Mazzoli Francesco (Boxe Rimini) b. Fedeli Marco (Acc. 1923); youth kg 64: Giacchetti Matteo (Pug. Dorica) b. Bregu Xonatan (Nike); kg 60: Serraiocco Tommaso ( GLS Dorica) e Tarquini Lorenzo (Pug. Kaflot) pari; Fiori Nicholas (Pug. Dorica) e Manzo Simone (Pug. 1923) pari; kg 64: Soldato Michael (GLS Dorica) e Bernardini Geremia (Pug. 1923) pari; Elite 2^ kg 69: Storani Stefano (Nike) b. Doda Qamil (Pug. Jesina); Youth kg 64: Iengo Alex (GLS Dorica) b. Campa Michele (cattolica Boxe); Elite kg 64: Gioacchini Leonardo (Pug. Dorica) b. Sassaroli Giordano (Pug. Jesina); Elite 2^ kg 69: Altea Gianpaolo (Pug. Senigallia) e Santinelli Riccardo (Pug. Jesina) pari

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.altrogiornalemarche.it
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: