Premiati i vincitori della 7^ edizione del concorso “Esploratori della memoria”

Premiati i vincitori della 7^ edizione del concorso “Esploratori della memoria”

di MASSIMO CORTESE

ANCONA – La Scuola è un soggetto centrale della nostra società, per tante ragioni, fra le quali spicca senz’altro l’opportunità, che essa offre, di recuperare la memoria del passato, tramettendola ai nostri ragazzi.

Iniziative che promuovono la conoscenza e la comprensione della Storia non possono che condurre ad un risultato positivo, in termini di formazione e di acquisizione di una più profonda consapevolezza. In quest’ottica, la premiazione del Concorso “Esploratori della Memoria”, organizzata dall’Associazione Nazionale Mutilati e Invalidi di Guerra (ANMIG) delle Marche, avvenuta nella mattinata di giovedì 13 maggio 2021 presso l’Auditorium ‘Orfeo Tamburi’ della Mole Vanvitelliana, rappresenta un momento di cui da troppo tempo si avvertiva la mancanza.

Un’opportunità preziosa per trarre una lezione dagli avvenimenti del passato. L’iniziativa, giunta quest’anno alla 7° edizione, ha visto la partecipazione di 24 scuole sulle 42 che si sono iscritte negli anni 2020 e 2021, un biennio decisamente difficile, nel quale, nonostante le difficoltà, gli organizzatori dell’ANMIG Marche hanno portato avanti l’iniziativa nella quale hanno sempre creduto fermamente.

Con il passare degli anni, chi assiste alla premiazione coglie un interesse crescente, da parte dei giovani, alla cura di storie del Passato, un patrimonio da mantenere in vita. Come è noto, la premiazione si è svolta nella scrupolosa osservanza delle norme di sicurezza conseguenti all’emergenza sanitaria, con l’assenza in sala delle scolaresche, rappresentate dai docenti che hanno seguito i vari progetti, e la partecipazione delle autorità civili e militari.

Il Concorso “Esploratori della Memoria” è ormai una realtà consolidata nel nostro territorio. Accade sempre più spesso che i vari studi, recuperati da sindaci e studiosi, siano il punto di partenza per l’organizzazione di iniziative locali che approfondiscono e diffondono la singola tematica.

Secondo la coordinatrice dell’ANMIG Marche, la professoressa Silvana Giaccaglia, un’importante conseguenza del Concorso è proprio la proliferazione di approfondimenti che traggono spunto dai lavori proposti dalle scuole a livello locale.

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.altrogiornalemarche.it
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: