Emiliano Guzzo rieletto alla guida del tennis marchigiano

Emiliano Guzzo rieletto alla guida del tennis marchigiano

Si è tenuta l’Assemblea elettiva della Federtennis Marche che ha rinnovato la fiducia al presidente uscente per il quadriennio olimpico 2021-2024

ANCONA – Emiliano Guzzo è stato confermato presidente della Federtennis Marche. L’assemblea regionale elettiva, riunitasi domenica 21 febbraio ad Ancona presso la presso la “Sala Cinema Censi” del Comitato Regionale del CONI nel pieno rispetto delle norme per il contenimento del contagio da covid-19, ha deciso di rinnovargli la fiducia per il quadriennio olimpico 2021-2024.

Insieme a lui sono stati rieletti i consiglieri uscenti; Paolo Scandiani, Andrea Bolognesi, Andrea Pallotto, Federica Pradarelli, Alessandro Paoletti e Roberto Angelini. Alla squadra si aggiunge anche Afro Zoboletti che rivestirà il ruolo di Consigliere Regionale in quota padel, una disciplina che anche nella nostra regione sta suscitando un interesse straordinario con un numero sempre maggiore di appassionati, circoli affiliati e strutture in continua crescita. A portare i saluti del CONI Marche era presente il Vice Presidente Giovanni Torresi.

Dunque Guzzo si appresta ad affrontare il suo quarto mandato da numero uno del tennis marchigiano grazie al sostegno dei numerosi circoli presenti ad Ancona, nonostante il periodo di grave emergenza sanitaria.

“Ringrazio tutto il movimento regionale per la vicinanza, l’affetto e la stima che anche in questa circostanza hanno dimostrato. Ci apprestiamo a vivere un quadriennio di grandi sfide che io ed i miei consiglieri cercheranno di vincere con serietà, professionalità e amore per il nostro sport”, ha affermato il Presidente che guiderà la federazione per un ulteriore quadriennio con lo stesso entusiasmo con il quale 12 anni fa venne eletto per la prima volta.

E’stato un cammino del quale, seppur iniziato tra mille incertezze, sono particolarmente soddisfatto alla luce del livello di gradimento della nostra Regione nei piani alti del Movimento Tennistico Italiano sia sotto l’aspetto dei numeri che della qualità del Settore Tecnico Agonistico Giovanile e Over.  Dal 2009 al 2019 siamo passati da 6300 a 9200 tesserati tra Soci e Agonisti, abbiamo realizzato un incremento di circa l’80% del numero di squadre partecipanti ai vari Campionati rispetto al 2009 passando da 313 a 540 del 2019, i circoli delle Marche hanno organizzato ben 290 tornei ed inoltre il numero di scuole tennis è passato da 60 del 2014 a 72 nel 2019, per un incremento del 20%, a fronte di un costante coinvolgimento dei bambini a questo sport. E non dimentichiamoci della crescita dei nostri campioni internazionali made in Marche: Stefano Travaglia, Camila Giorgi, Elisabetta Cocciaretto, Luca Nardi”.  Il 2020 invece è stato un anno anomalo e difficilissimo a causa del Covid; l’attività è stata frammentaria e i dpcm hanno condizionato i numeri relativi al movimento tennistico regionale. Tuttavia alcuni dati contenuti nella Relazione del Presidente Guzzo, 49 anni, laureato in economia a Siena e mediatore finanziario di professione, sono davvero notevoli.

Ad esempio c’è stato un aumento del 15% delle tessere agonistiche che hanno raggiunto le 4000 unità rispetto alle 3500 del 2019, sono stati organizzati 146 tornei, vale a dire comunque il 50% di quelli del 2019, un numero importante considerando che l’attività si è potuta svolgere unicamente nei pochi mesi estivi, le scuole tennis nel biennio 2020-2021 sono cresciute a 76 rispetto alle 72 del biennio precedente.

“Adesso non sappiamo più cosa inventarci ma qualcosa troveremo – scherza Guzzo con un pizzico di orgoglio per i risultati ottenuti – abbiamo ospitato la Coppa Davis per ben due volte, abbiamo visto i nostri ragazzi vestire la maglia della nazionale, siamo riusciti ad instaurare un rapporto di amicizia e collaborazione con tutti i circoli del territorio. Nei prossimi 4 anni vorremmo continuare ad ospitare grandi eventi, continuare a valorizzare le scuole agonistiche dei club, proseguire in quella proficua collaborazione con loro ed i maestri che ha visto la nascita del sistema Marche, un brand diventato fiore all’occhiello in Italia. Inoltre dovremo iniziare a gettare le basi per far crescere una nuova classe dirigente competente, appassionata e volenterosa che possa accompagnare il tennis marchigiano nel futuro”.

Il presidente è quindi pronto per lanciarsi in questa nuova sfida; deve chiudere il cerchio e terminare l’opera iniziata tantissimi anni fa. Lo deve al tennis, quello sport che iniziò ad apprezzare da giovane, da promettente player di pallacanestro, l’altra sua grande passione. Un giorno d’inverno del 1983 visitò casualmente un campo in terra rossa nella sua Porto San Giorgio. Quella polvere dal colore acceso come i suoi capelli lo folgorò; Prese una racchetta di legno, marca Fila, ed iniziò a palleggiare. Da lì nacque l’amore; Guzzo fece la tessera da universitario e iniziò l’escalation: Per il circolo fu revisore dei conti prima, consigliere poi, ha gestito il settore tecnico per 20 anni esultando per i 6 titoli italiani individuali conquistati dagli atleti del suo club ( 5 la Cocciaretto, 1 Meduri), per i  3 scudetti a squadre oltre a centinaia di titoli regionali. Nel 2004 entra come consigliere regionale della Federtennis Marche, nel 2006 assume la carica di vice presidente sotto la presidenza Brunetti.  Incarichi prestigiosi anche a livello internazionale con il ruolo di consigliere nel board di Tennis Europe, dal 2016 al 2020.

Oggi invece è chiamato a chiudere quel cerchio, a completare un viaggio straordinario che deve regalare ancora tante sorprese e soddisfazioni.

LA RELAZIONE ALL’ASSEMBLEA

La Stagione che è appena terminata è la quarta del mio terzo mandato, abbiamo terminato la programmazione della Stagione Tecnica per il 2021 avviandoci ad un nuovo inizio della nostra legislatura in un cammino costellato di grandi successi.

Cammino del quale, seppur iniziato tra mille incertezze, sono particolarmente soddisfatto in virtu’del livello di attestazione della nostra Regione nei piani alti del Movimento Tennistico Italiano…. sia sotto l’aspetto dei numeri che della  qualità del Settore Tecnico Agonistico Giovanile e Over.

NUMERI E STATISTICHE

Il 2020 è stato un anno anomalo e difficilissimo per tutti a causa del Covid, e tutto quello che ha portato nelle nostre case e circoli: il contagio, le vittime,  la pandemia, il lock down , la crisi economica , l’insicurezza. L’attività è stata frammentaria e i dpcm hanno condizionato i numeri relativi al movimento tennistico regionale.

Per valutare la crescita del nostro mono negli ultimi anni prendiamo quindi come riferimento i dati 2019 rispetto ai numeri del 2009 per tracciare una prima analisi  .

SIAMO PASSATI

.    Da 107 nel 2009 a 111 Affiliazioni  nel 2019  con un incremento del 4 % rispetto al 2009

  • Abbiamo consolidato un incremento di quasi il 40 % dei Tesserati tra Soci + Agonisti (9200 circa rispetto i 6300 del 2009) di cui circa 3.500 agonistiche con un delta di oltre il 100% rispetto al 2009
  • Abbiamo realizzato un incremento di circa il 80 % del numero di Squadre  partecipanti ai vari Campionati  rispetto al 2009 passando da 313 a 540 del 2019
  • Nell’annata 2019 , i Circoli delle Marche hanno organizzato ben 290  tornei
  • Il numero di scuole tennis è passato da 60 del 2014 a 72 nel 2019, per un incremento del 20%, a fronte di un costante coinvolgimento dei bambini a questo sport.

Come già detto il 2020 è stato un anno anomalo, tuttavia alcuni dati sono molto significativi:

  • Le scuole tennis nel biennio 2020-2021 sono cresciute a 76 rispetto alle 72 del biennio precedente (2019-2020)
  • Le affiliazioni nel 2020 sono cresciute di 2 unità, raggiungendo i 113 circoli rispetto ai 111 del 2019
  • Le tessere totali sono leggermente aumentate rispetto al 2019, raggiungendo le 9330 unità.
  • C’è stato un aumento del 15% delle tessere agonistiche che hanno raggiunto le 4000 unità rispetto alle 3500 del 2019, come conseguenza dei recenti DPCM. Tesserati agonisti che puntiamo a riconfermare per il 2021
  • Sono stati organizzati 146 tornei, vale a dire comunque il 50% di quelli del 2019, un numero comunque importante considerando che l’attività si è potuta svolgere unicamente nei pochi mesi estivi. Le stesse proporzioni si sono mantenute per l’attività amatoriale, con 34 tornei TPRA svolti, che rappresentano circa il 50% dei tornei amatoriali dell’anno precedente. Numero comunque significativo considerando che per la maggior parte dell’anno 2020 l’attività amatoriale è stata interdetta (non solo a livello di tornei ma anche come interdizione all’allenamento nelle strutture al coperto)
  • Circa 360 squadre, al netto dei ritiri, hanno partecipato ai campionati a squadre. Un numero notevolmente inferiore rispetto al 2019 ma comunque elevato considerando che i campionati veterani e il campionato invernale giuseppucci 2020-2021 non è stato organizzato

Il CR Marche nell’anno appena trascorso ha profuso grandi sforzi per sostenere i circoli a seguito dell’emergenza covid, sia in termini organizzativi che in termini economici

Per tutti i tornei giovanili sono state annullate le tasse di apertura dei tornei e inoltre sono stati elargiti ai circoli 100 euro per la copertura delle spese arbitrali e 8 euro per ogni ragazzino partecipante

Inoltre abbiamo organizzato un circuito giovanile denominato “Young City Tennis Tour” in 4 tappe più master finale per promuovere la ripresa delle attività giovanili. E  un altro circuito si è concluso nel mese di ottobre con grande entusiasmo. In totale abbiamo avuto duemila ragazzi che hanno partecipato a questi due eventi

Sempre per premiare le attività giovanili il CR Marche ha elargito contributi alle 20 migliori scuole tennis marchigiane (classifica gran prix in base a parametri stabiliti dalla FIT).

In virtù di ciò abbiamo elargito in totale circa 7900 euro in favore dei circoli per l’organizzazione dei tornei giovanili e 3300 euro in favore delle 20 migliori scuole

Questi contributi si sono aggiunti alle agevolazioni già previste dalla FIT, per le quali sono state annullate tutte le tasse di partecipazione ai tornei a squadre e le tasse di approvazione dei tornei, nonché ad ogni circolo affiliato sono stati forniti 2 scatoloni di palline.

ATTIVITA’ E MANIFESTAZIONI

TORNEI

In relazione al Capitolo TORNEI abbiamo avuto un incremento di oltre il 150 % rispetto al 2009.

Nonostante l’emergenza sanitaria la nostra regione ha ospitato per la prima volta uno dei più importanti eventi a livello nazionale: i campionati italiani femminili di seconda categoria al Tennis Club Ancona che hanno fatto registrare il record di iscrizioni. Duecento le partecipanti provenienti da tutta Italia,  livello di gioco altissimo, il club dorico che è tornato al suo massimo splendore, la finale su un Centrale gremito, Ancona e le Marche al centro dell’interesse mediatico nazionale e la nostra Sofia Rocchetti che è arrivata ad un passo dalla finale .

Continuando a parlare di tricolore, in questa regione si sono svolte le final eight  del campionato italiano a squadre under 14 femminile, ospitato in perfetta sinergia dai due circoli di Osimo. Junior Tennis e CT.

Grande successo ha riscosso anche quest’anno la 12esima edizione degli ASSOLUTI MARCHIGIANI organizzati dal CT Civitanova, con oltre 150 iscritti,  che hanno visto il successo di Tommaso Compagnucci, confermatosi campione per la terza volta consecutiva , e di Elena Pavolucci. Un appuntamento ormai segnato in rosso nell’agenda di ogni nostro tennista, che ha conosciuto una seconda giovinezza e splendore grazie all’operazione di rilancio che questo comitato ha svolto nell’ultima decade.

Il Circolo Tennis Roberto Beni di Chiaravalle è stato invece il teatro dei Campionati marchigiani di terza categoria che hanno incoronato Leonardo Rombaldoni e Silvia Soresina, due giovani del nostro vivaio.

Mai come nel 2020 i nostri tornei Open sono stati tra i più apprezzati da tutti i tennisti del Sud e Centro Italia, con presenze al di sopra di ogni più rosea aspettativa. Menzione speciale per il torneo Itas del Circolo Cittadino Jesi che è stato uno dei primissimi tornei della ripartenza post lockdown a livello nazionale ed il primo nella nostra regione. ( 170 partecipanti ed un montepremi di 4000 euro).

Tra i grandi eventi mi piace ricordarne uno che prenderà il via tra poche settimane: Il CAMPIONATO ITALIANO OVER INDOOR che si terrà al TC Baratoff.

RISULTATI

Stefano Travaglia, Elisabetta Cocciaretto, Camila Giorgi e Luca Nardi ovvero le nostre punte di diamante, l’orgoglio marchigiano nel mondo: il 2020 è stato per loro un anno di conferme e crescita.

Travaglia: ha raggiunto il suo best ranking  e per la prima volta in carriera ha disputato gli ottavi di finale in un Masters 1000 ( Agli Internazionali BNL d’Italia) , ha raggiunto il terzo turno del Roland Garros e pochi giorni fa ha conquostato la sua prima semifinale nel circuito ATP, in Australia

COCCIARETTO: best ranking anche per lei, esordio  nel main draw di un Grand Slam agli Australian Open, quarti di finale al WTA di Palermo, finale al WTA 125k di Praga

GIORGI: Nonostante gli infortuni rimane tra le migliori 80 tenniste a livello mondiale

Tutti e 3 hanno portato in alto il nome della nostra regione anche pochi giorni fa  agli Australian Open. Oltre a loro c’erano altri due marchigiani: Simone Vagnozzi e Alice Savoretti che è nello staff di Sara Errani.

LUCA NARDI lo scorso anno a 17 anni ha vinto il suo primo titolo Futures a Sharm el Sheikh. Oggi è il primo italiano nella classifica mondiale degli under 18 ( ITF Junior). A 17 anni ha esordito in un ATP 250 ( ad Anversa) “ rischiando anche il colpaccio contro Giron.

Tra i nostri talenti più promettenti c’è EMILIANO MAGGIOLI, classe 2001, 20 anni ad aprile, che sta portando avanti con serietà e risultati il suo percorso di crescita. Emiliano attualmente è al numero 633 della classifica ATP e nel 2019 si è messo in luce nelle qualificazioni delle Next Gen ATP Finals, oltre a conquistare importanti vittorie successivamente in tornei internazionali contro avversari di classifica superiore.

Dopo di loro ci sono tutti i nostri giovani del vivaio, grande risorsa del sistema Marche che negli ultimi tre anni ci hanno regalato grandi soddisfazioni.

Per quanto riguarda le manifestazioni nazionali giovanili a squadre ricordiamo i successi del Team Marche :  vittoria della Coppa Belardìnelli  nel 2018 e un secondo posto  l’anno successivo

Medaglia  d’argento alla  Coppa d’Inverno nel 2019.

A livello individuale nell’ultimo biennio abbiamo conquistato 5 titoli italiani e ottenuto 8 medaglie d’argento.

Nella stagione appena trascorsa vogliamo ricordare gli scudetti portati a casa da Federica Urgesi nel singolo e  doppio ai Campionati Italiani Under 16. Federica ormai da oltre un anno vive e si allena presso il Centro federale  di Formia sotto la guida  del capitano di FD CUP TATHIANA GARBIN E VITTORIO MAGNELLI.

POI…. Il giovanissimo e promettente ALEX ROMANO si è laureato Campione Italiano under 11 di doppio

  • Ilary Pistola Vice campionessa italiana under 12 di doppio e semifinalista nel singolare
  • Arianna Silvi Vice Campionessa italiana under 13 di doppio e semifinalista nel singolare

Due i marchigiani arrivato fino alle semifinali nel doppio: Mattia Logrippo nell’under 11 e Marco Cinotti nell’under 16:

Individualità ma anche spirito di gruppo. Perché nei campionati degli affiliati abbiamo la Coopesaro – Baratoff che si appresta ad affrontare la sua quarta stagione consecutiva in Serie A2

E sempre della Coopesaro è la squadra di Serie B2 femminile.

Quest’anno festeggiamo anche il ritorno in Serie B2 dei ragazzi del TC Matelica protagonisti di un grande campionato

Fil Rouge” di questi ultimi  anni è stato quello di impostare e seguire una Progettualità ben definita e chiara che anno dopo anno andasse ad incidere su ogni Settore e ogni Aspetto del Tennis Marchigiano, cercando di creare “ex novo” ,nelle peggiori delle ipotesi, oppure limare e integrare in altre, situazioni o stati d’essere al solo scopo di raggiungere l’obiettivo predeterminato e prestabilito nove anni fa…………….. e i risultati e i successi di questi anni sono soddisfazioni che vogliamo condividere e festeggiare con tutti voi e che nella Classifica 2018 tra le Regioni Italiane per i risultati ottenuti nei Campionati Italiani e Internazionali ci vede nell’elite del Tennis Italiano insieme  a Lombardia e  alla Toscana.

Per tutto questo un immenso ringraziamento a tutti gli attori del Tennis Marchigiano: dai DIRIGENTI di tutti i Circoli Marchigiani che con la loro passione e il loro sacrificio sono la base del nostro movimento ai MAESTRI e agli ISTRUTTORI che giorno dopo giorno lavorano con i nostri ragazzi sul campo tra 1000 difficoltà dai GENITORI dei ragazzi che supportano e sopportano l’attività dei loro figli, i fiduciari e il responsabile di macroarea dell’Istituto superiore di formazione Roberto Lombardi al Settore dei GIUDICI Arbitri senza la pazienza e il lavoro dei quali non potremmo svolgere tutte le nostre Manifestazioni dai miei COLLEGHI di Comitato Regionale  ai DELEGATI PROVINCIALI  al GIUDICE SPORTIVO con i quali pazientemente e solertemente divido la responsabilità di pianificare e programmare l’attività del Tennis Marchigiano.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.altrogiornalemarche.it
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: