Amore e pugilato, a Fermo un doppio spettacolo per la festa di San Valentino

Amore e pugilato, a Fermo un doppio spettacolo per la festa di San Valentino

di FRANCESCO FERRONI

FERMO – Una due giorni per celebrare la festa di San Valentino! Un accostamento fra amore e pugilato fortemente voluto dal dinamico Presidente marchigiano Luciano Romanella che a nostro avviso ha voluto evidenziare l’amore per questo sport da parte degli atleti, dei tecnici e dei dirigenti che spesso operano nell’ombra con un grosso impegno personale ed anche finanziario in simbiosi con questo “sentimento” che li lega alla nostra disciplina. Un amore globale quindi che non stona con questa festa destinata normalmente agli “innamorati”.

Detto questo veniamo alle riunioni che hanno visto in due serata tredici combattimenti di buon  spessore. Peccato che le norme anti Covid 19 di divieto di acceso al pubblico abbiano impedito quel successo che altrimenti avrebbero ottenuto. Presente alle riunioni il Presidente abruzzese Mariangela Verna, presenza femminile intonatissima in occasione di questo San Valentino pugilistico, che qui nelle Marche si conta di poterla ospitare nel prossimo futuro come Consigliere Nazionale.

Nella prima serata, quella del 13/2, da evidenziare il combattimento con forti connotazioni campanilistiche fra Di Gennaro e Tulli che ha visto la prevalenza del primo al termine di tre interessanti riprese in cui entrambi hanno dimostrato di avere un ottima preparazione tecnica ed atletica. Tre round di scambi continui con prevalenza costante ma minima di Di Gennaro che è apparso più preciso ed efficace. Buona anche la prova di Gabbanelli che di fronte all’abruzzese Corneli, indubbiamente più potente, lo ha sistematicamente contrato con colpi diritti nelle prime due riprese per poi scambiare con successo nella terza. Pareggio fra le ragazze Marcelli e Sportelli in un combattimento intenso in cui si sono equivalse.

Risultati del 13 febbraio

Kg 60 youth: Carelli Adolfo (B.C. Castelfidardo) b Lazzari Gabriele (Pug. Di Giacomo); kg 54 elite: Marcelli Francesca ( Acc. 1923) e Sportelli Emanuela ( Ascoli Boxe) pari; kg 80 junior: Gabbanelli Anacleto (B.C.Castelfidardo) b. Corneli Manuel ( Pug. Di Giacomo); kg 75 youth: Di Gennaro Marcello ( Acc. 1923) b. Tulli Lorenzo (San Giorgio Boxing); kg 75 elite 2^: Amadio Leonardo ( Nike) b. Signori Roberto ( Phoenix Boxe); kg 60 youth: Manzo Simone ( Acc. 1923) b. Riccardo Mellozzi (Ascoli Boxe); Kg 75 elite: Giachini Paolo ( Ascoli Boxe) b. Pulcini Leonardo (Pug.Kaflot).

Nella seconda serata il match migliore è stato sicuramente quello fra Kabali e Cacciapuoti che si sono affrontati alla media e corta distanza per tutte le riprese. Fisicamente più forte il primo e dotato di grande potenza, più preciso il secondo che peraltro non è riuscito a frenare l’irruenza dell’avversario. Il verdetto è andato a Kabali, elemento molto interessante da seguire nel prosieguo. Ottima prestazione anche fra le ragazze Corradetti della Nike e la romana Di Persio. Si trattava di una rivincita molto sentita da entrambe; la Corradetti, sconfitta in precedenza, ha cercato in ogni modo di rifarsi cercando costantemente la corta distanza ma l’avversaria l’ha sempre presa d’incontro ed ha fatto giustamente suo il verdetto. La Corradetti esce peraltro  dal confronto a testa alta ed ha evidenziato grossi miglioramenti rispetto al passato. Farraginoso il match fra Saib Yacouba e l’abruzzese Valente; quest’ultimo in possesso di una boxe spigolosa ha fatto di tutto per evitare il combattimento ma d’altro canto il pugile di Kaflot solo raramente è riuscito ad  accorciare. Sul finire il marchigiano è andato a segno ed ha messo giù l’avversario ma, per la giuria, troppo tardi per ottenere il verdetto anche se un pareggio forse avrebbe meglio evidenziato l’andamento dell’incontro.

Risultati del 14 febbraio

Kg 75 elite 2^: Storano Stefano (Nike) b. Ranalli Edoardo (Kaflot); kg 54 youth: De Persio Aurora (Dna Boxe) b. Corradetti Alessia (Nike); kg 69 elite: Piangerelli Leonardo (Nike) e Di Giulio Matteo (Sauli Boxe) pari; kg 60 Elite: Valente Gianluca (Sauli Boxe) b. Saib Yacouba (Kaflot); kg 81 Elite: Kabali Andrea ( Olympia) b. Cacciapuoti Francesco (Liberti).

Arbitri Giudici: Alberto Lupi, Sauro Di Clementi, Elisa Pecorari, Fabrizio Longarini, Gabriele Battilà; medico di bordo ring: Carminio Gambacorta; Speaker: Kristel Talamonti; Addetto al cronometraggio: David Rocco; Commissario di riunione: Gabriele Fradeani.

Nelle foto: i presidenti regionali delle Marche (Luciano Romanella) e Mariangela Verna dell’Abruzzo; un bel sinistro a segno; Kabali con il tecnico Christian Giantomassi

 

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.altrogiornalemarche.it
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: