Un anno drammatico, Confartigianato Marche  traccia un bilancio del nostro sistema produttivo

Un anno drammatico, Confartigianato Marche  traccia un bilancio del nostro sistema produttivo

ANCONA – Ci lasciamo alle spalle un 2020 drammatico per il sistema produttivo. E sappiamo bene che la ripresa economica è legata  inevitabilmente  ad una incertezza di fondo derivante dall’andamento della pandemia. Con consapevolezza non ci facciamo illusioni, sottolinea il Segretario Generale di Confartigianato Marche Giorgio Cippitelli (nella foto), perché sappiamo già che i primi mesi del 2021 saranno altrettanto difficili. Il nostro artigianato e le piccole imprese delle Marche sono state  colpite pesantemente dall’emergenza Covid-19, con ingenti perdite di liquidità e di fatturato.

A soffrire maggiormente sono i settori della moda e dei mobili, insieme ai comparti legati al turismo, alla ristorazione, agli eventi, in cui operano numerose imprese artigiane, dai fotografi alla filiera del wedding, al trasporto persone.

A partire dalla crisi del 2008 le Marche hanno perso più di 8.000 imprese artigiane. In un quadro già fortemente critico si è abbattuta la pandemia che ha accentuato tutti i segni negativi: – 1.860 nuovi progetti imprenditoriali da marzo ad ottobre ( – 32,3% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno).

Un dato su tutti: secondo le elaborazioni dell’Ufficio Studi di Confartigianato le aperture di impresa in  settembre e ottobre 2020 rispetto a quelle dell’anno precedente fanno registrare alle Marche un calo del 19,1%, il peggiore di tutta Italia  ( – 4,8% nazionale), con – 267 imprese.

Non dimentichiamo ribadisce il Segretario Generale di Confartigianato Giorgio Cippitelli,  che il tessuto economico marchigiano è caratterizzato da imprenditoria diffusa ( su 126.403 imprese attive delle Marche ben 119.325 hanno meno di 10 addetti il 94,4% che danno lavoro a più della metà  ( il 52% a fronte di un 44,5% in Italia)  degli addetti in tutte le imprese attive regionali.  Praticamente 1 impresa ogni 10 abitanti, una ogni 7 se consideriamo  solo le persone in età da lavoro.

Molte di queste  imprese inoltre appartengono a settori orientati all’export : nelle Marche export  – 13, 2% nei primi nove mesi del 2020 rispetto allo stesso periodo dello scorso anno a fronte di un dato nazionale del -12,5%.

E’ fondamentale dare nell’immediato una risposta alle esigenze drammatiche che i nostri imprenditori stanno vivendo  e in prospettiva  iniziare a disegnare un quadro di interventi per una rapida ripartenza una volta conclusa la fase dell’emergenza sanitaria.

Le risposte devono essere forti e tempestive come mai è avvenuto sin qui sia in ambito nazionale che quello regionale. La precedente crisi, si è dispiegata in un arco di tempo pluriennale mentre quella attuale con picchi negativi ancora più grandi si è concentrata in un lasso di tempo di pochi mesi fino ad arrivare a modificare l’economia globale. Le imprese hanno necessità di interventi rapidi, immediati e proporzionati alle perdite.

Il Segretario Generale di Confartigianato Marche Giorgio Cippitelli rimarca gli ostacoli del sistema Paese: troppo fisco, troppa burocrazia, poco credito: tra l’altro dall’inizio del lockdown ad oggi l’infrastruttura immateriale ha dato evidenti segni di inadeguatezza rispetto ad un uso massiccio da parte di imprese e cittadini.

Il credito è essenziale, nelle fasi più acute della crisi, per assicurare la necessaria liquidità alle imprese, private delle loro entrate e lo sarà  nella fase successiva, per sostenerle nel percorso di ripresa.

Poi ci sono le risorse europee che  devono essere spese anche per rimuovere gli ostacoli che impediscono all’Italia di crescere e per valorizzare i nostri punti di forza, vale a dire l’artigianato e le micro e piccole imprese diffuse sul territorio. Ricordiamo che la manifattura italiana è ancora la seconda in Europa e quella delle Marche artigiana la prima per incidenza in Italia.  Tutto il Paese deve rispondere in modo coeso a questa sfida con proposte serie, ragionate ed efficaci.

 

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.altrogiornalemarche.it
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: