Oltre 10mila visualizzazioni per i Racconti di Natale

Oltre 10mila visualizzazioni per i Racconti di Natale

Il vice sindaco Daniele Vimini: “Un successo di partecipazione e di sentimento collettivo della città”

PESARO – Oltre 10mila visualizzazioni, una media di 150 spettatori contemporaneamente collegati e 20mila interazioni, per Racconti di Natale, il mosaico di narrazioni che ha accompagnato i pesaresi durante la Vigilia di Natale. Sono stati 25 i personaggi della città, più o meno noti, che si sono alternati virtualmente sul web, la sera della Viglia di Natale, dalle ore 22, per interpretare o leggere una storia durante un racconto di quasi due ore che ha trascinato, con lo spirito, migliaia di pesaresi coinvolti da una memoria personale, un fatto storico, una curiosità, una poesia, una fiaba o una leggenda in dialogo con l’atmosfera natalizia.

«Un successo di partecipazione ma anche di sentimento collettivo della città che si è ritrovata, unita, con una modalità inedita» ha sottolineato il vicesindaco e assessore con delega alla Cultura Daniele Vimini che ha ringraziato «tutti coloro che si sono resi disponibili a partecipare al progetto promosso dal Comune di Pesaro che è stato trasmesso, in streaming, nella pagina Facebook del Comune e su quelle di Pesaro Cultura, Matteo Ricci, Daniele Vimini, sul gruppo Casa Pesaro e su Pesaro Segreta e Le Voci dei Libri».

«I pesaresi – ha continuato il vicesindaco Vimini – hanno premiato la volontà di trascorre assieme, nel rispetto delle regole anti-assembramento, le due ore in attesa della mezzanotte, da sempre importanti per rafforzare lo spirito della comunità. Come Amministrazione ci è piaciuto farlo attraverso i ricordi e i racconti di concittadini più o meno noti, di certo rappresentativi del pensiero e delle tradizioni della città» come don Marco Di Giorgio, il cui video ripubblicato il giorno di Natale sulla pagina Facebook del Comune ha ottenuto quasi 8mila visualizzazioni ad oggi o come Lucia Ferrati che ha letto il Marengo di Ninchi (7mila visualizzazioni). «Crediamo possa essere una buona abitudine da replicare» ha aggiunto l’assessore alla Cultura nel sottolineare, inoltre, la «qualità tecnica dei Racconti di Natale, segno che il Comune è sempre più pronto a realizzare e fornire contenuti multimediali di livello».

Centrato dunque l’obiettivo di condivisione, così come quello solidale del progetto: «Coloro che hanno partecipato ai Racconti di Natale hanno devoluto un piccolo gettone in beneficienza che ci permetterà di consegnare oltre 3mila euro alle famiglie dei pescatori di Mazara del Vallo. Una piccola cifra, comunque fondamentale per permettere loro di guardare al 2021 in un modo diverso, ora che l’emergenza è finita.

Tra i racconti: le parole di fede di don Marco Di Giorgio, i Natali inquieti nella storia di Pesaro di Riccardo Paolo Uguccioni, gli Aneddoti dietro le quinte di Claudio Sora letti da Cristian Della Chiara, il Natale speciale di Asia D’Arcangelo cui dà voce Francesca Di Modugno, La prima volta con la neve di Gabriele Stroppa Nobili, il ricordo della Befana di una volta di Carlo Pagnini, la poesia di Gianni D’Eliala leggenda russa di Babushka raccontata da Marcella Tinazzi, le memorie cinematografiche di Mauro Santini, i ricordi in pasticceria di Renata Alberini, la Natività della predella della Pala di Bellini dei Musei Civici descritta da Marcello Smarrelli, le tradizioni antiche e nuove di Novilara e Candelara dalle parole di Maris Galdenzi e Piergiorgio Pietrelli, il Natale dei pastori di Monteciccardo, ill Marengo di Annibale Ninchi letto da Lucia Ferrati, Le scarpe di Babbo Natale lette da Fabrizio Fattori, ‘le parole che non servono’ lette da Rosetta Cucchi, Il viaggio dei Magi di T.S. Eliot letto da Gilberto Santini, Il coraggio di sognare raccontato da Giorgia Righi, il natale in casa Amati dalle parole di Catia Amati, il Natale Imprevisto da Silvio Cattarina, fino alla storia conclusiva di Stille Nacht narrata da Gianfranco Mariotti. Tra tante parole, anche il canto – immancabile a Pesaro Città Creativa Unesco della Musica – con Nicola Alaimo che intona un classico bianco: White Christmas.

Ogni giorno, fino al 6 gennaio 2021, le pillole con dei singoli interventi, verranno riproposte sulle pagine del Comune di Pesaro, Pesaro Cultura, Casa Pesaro, accompagnando tutte le festività con una tappa speciale prevista per il 31 dicembre, giorno in cui sarà trasmesso il Concerto realizzato dal liceo Mengaroni in collaborazione col Comune di Pesaro. Un evento con, al centro, Oceano Adriatico, progetto nato sotto l’egida di Pesaro Città Creativa Unesco della Musica per celebrare la musica indie pesarese degli ultimi 20 anni, e dedicato alla memoria di Mirko Bertuccioli e Andrea Guagneli, mancati quest’anno.

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.altrogiornalemarche.it
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: