I problemi delle aree interne al centro del confronto tra Acquaroli e la presidente dell’Umbria

I problemi delle aree interne al centro del confronto tra Acquaroli e la presidente dell’Umbria

ANCONA – Questa mattina, a Palazzo Raffaello, si sono incontrati il governatore Francesco Acquaroli e la presidente della Regione Umbria, Donatella Tesei.

I due presidenti hanno condiviso una comune visione circa lo sviluppo delle due regioni Marche e Umbria, che sono assimilate da innumerevoli fattori non solo di natura geografica ma anche turistica, culturale ed economica.

Si è deciso di rafforzare subito la sinergia tra le due amministrazioni, programmando una riunione congiunta delle rispettive giunte regionali per il mese di gennaio.

Numerosi i temi principali e i progetti concreti che potrebbero essere oggetto di collaborazione e sinergia tra le due Regioni, a partire da quello infrastrutturale, dal completamento della Quadrilatero con la direttissima SS76 Ancona-Perugia, un’arteria strategica per rafforzare il collegamento fra i capoluoghi e tra i due territori regionali, così come il complemento della galleria della Guinza.

Importante anche porre in essere collaborazioni economiche per lo sviluppo di filiere fra PMI, progetti per l’internazionalizzazione e la programmazione comune dei fondi europei. Snodo cruciale lo sviluppo turistico con particolare attenzione alla valorizzazione delle sinergie fra Assisi e Loreto.

Tema a cuore dei governatori anche quello della valorizzazione dell’Appennino e delle aree interne, a partire dalla ricostruzione delle aree colpite dal sisma e dal lavoro per avviare una Zes, zona economica speciale.

 

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.altrogiornalemarche.it
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: