REGIONALI / Per la prima volta le Marche al centrodestra: Acquaroli sta stravincendo

REGIONALI / Per la prima volta le Marche al centrodestra: Acquaroli sta stravincendo

Terminato lo scrutinio delle schede in 1.119 sezioni elettorali marchigiane su un totale di 1.576

ANCONA – Dopo lo scrutinio di 1.119 sezioni elettorali marchigiane su un totale di 1.576 , queste le percentuali dei voti assegnati ai candidati presidenti, rilevate dall’Ufficio elettorale della Regione Marche:

Francesco Acquaroli (RicostruiAmo le Marche):                 49,06%

Maurizio Mangialardi (Insieme Marche):                           37,13%

Gian Mario Mercorelli, (Movimento 5 Stelle):                    8,70%

Roberto Mancini (Dipende da Noi):                                    2,42%

Fabio Pasquinelli (Lista Comunista! Per le Marche):           1,42%

Sabrina Paola Banzato (Vox Italia-Marche):                       0,56%

Anna Rita Iannetti (Movimento 3V Libertà di scelta):         0,55%

Alessandra Contigiani, (Riconquistare l’Italia):                   0,16%

Alle urne (ieri e oggi) erano chiamati 1.310.843 marchigiani (637.290 uomini e 673.553 donne) che potevano esprime il voto nei 1.576 seggi (di cui 15 sezioni ospedaliere), distribuiti nei 227 Comuni marchigiani. Le Regionali 2020 vedono otto candidati governatori (cinque uomini e tre donne) e diciotto liste ai nastri di partenza.

Maurizio Mangialardi (Insieme Marche) corre per il centrosinistra e Francesco Acquaroli (RicostruiAmo le Marche), per il centrodestra. Entrambi sono sorretti da sei liste. Per Mangialardi: Pd, Marche Coraggiose, Le nostre Marche e il Centro, Mangialardi Presidente, Italia Viva-Psi-Demos-Civici Marche, Rinasci Marche. Per Acquaroli: Fratelli d’Italia, Lega, Forza Italia – Civici per le Marche, Udc-Popolari Marche, Movimento per le Marche e Civitas-Civici per Acquaroli.

I restanti sei candidati a governatore, sono invece tutti appoggiati da una sola lista, a partire da Gian Mario Mercorelli, l’aspirante presidente per il Movimento 5 Stelle.

Gli altri candidati alla carica di presidente della Regione Marche sono: Roberto Mancini (Dipende da Noi), Fabio Pasquinelli (Lista Comunista! Per le Marche), Sabrina Paola Banzato (Vox Italia-Marche), Anna Rita Iannetti per il “Movimento 3V Libertà di scelta, Alessandra Contigiani, con Riconquistare l’Italia – Fronte Sovranista Italiano.

Alla chiusura dei seggi (alle ore 15 di oggi), nelle Marche ha votato il 59,74% del corpo elettorale, rispetto al 49,78% del 2015, quando la tornata elettorale ha riguardato la sola giornata di domenica 31 maggio. Alle urne si sono recati 783.092 marchigiani: 392.221 maschi (61,54%) e 390.871 femmine (58,04%).

La circoscrizione di Ancona ha fatto registrare un’affluenza del 60,50% (rispetto al 51,54% finale del 2015,). In quella di Ascoli Piceno la percentuale è stata di 57,67 (47,36% nel 2015), in quella di Fermo 61,17% (51,46% nel 2015), in quella di Macerata 56,60% (rispetto al 47,17% del 2015), in quella di Pesaro e Urbino 67,27% (50,55% nel 2015).

Queste le percentuali conclusive registrate nei capoluoghi regionale e provinciali: Ancona 59,02%, Ascoli Piceno 59,59%, Fermo 67,74%, Macerata 65,54%, Pesaro 62,98%.

 

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.altrogiornalemarche.it
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: