Marche al voto / Incontri & commenti

Marche al voto / Incontri & commenti

ANCONA – Il 20 e 21 settembre i marchigiani saranno chiamati alle urne per eleggere il nuovo presidente della Regione e rinnovare il Consiglio regionale. La campagna elettorale sta ormai entrando nel vivo. Proponiamo oggi un aggiornamento degli appuntamenti programmati (quelli che ci sono stati comunicati) e alcune dichiarazioni.

GLI INCONTRI

Oggi (Venerdì 28 agosto)

Festa Lega Marche a Porto Sant’Elpidio / L’appuntamento con l’edizione 2020 della Festa della Lega Marche è per oggi (venerdì 28) e sabato 29 agosto a Porto Sant’Elpidio zona Lungomare Faleria (area verde dopo la zona camper). L’annuncio è del commissario Lega Marche on. Riccardo Augusto Marchetti affiancato dalla coordinatrice cittadina Gioia Giandomenico e dal tesoriere Massimiliano Menghini.

È la prima volta che il comune elpidiense ospita la kermesse del Carroccio, quest’anno ancor più attesa perché si svolge in piena campagna elettorale. Il segretario federale Matteo Salvini arriverà alle 20 di venerdì dopo aver presentato a Fermo la lista della Lega, unica del Centro Destra a partecipare alle comunali con simbolo e candidato sindaco Lorenzo Giacobbi.

Saranno tanti i big sul palco a partire dagli eventi in apertura che vedranno protagonisti due volti anche televisivi della Lega: il senatore Alberto Bagnai, e l’On. Alessandro Morelli, rispettivamente responsabile economico e responsabile comunicazione del partito salviniano.

—————————————-

Sabato 29 agosto

Francesco Fiordomo / Apiro e Porto Recanati sono gli appuntamenti del fine settimana di Francesco Fiordomo, candidato della lista Area Riformista – Mangialardi Presidente. Sabato alle 18,30 l’ex sindaco di Recanati sarà ad Apiro, in Piazza G.Baldini, insieme alla candidata Lucia Pistelli e al sindaco Ubaldo Scuola. Domenica alle 18,30 appuntamento al Bar Guido in Piazza Brancondi a Porto Recanati. Dalla località dell’entroterra al mare per una provincia che deve essere sempre più coesa e solidale.  Martedì 1 settembre si parlerà in particolare di agricoltura al Circolo Acli di Chiarino, a Recanati. Inizio ore 21,15. Con Fiordomo,  l’Assessore all’Ambiente del Comune di Recanati Michele Moretti e il consigliere delegato all’agricoltura Stefano Miccini.

—————————————-

Martedì 1 settembre

Emanuele Lodolini / L’onorevole Emanuele Lodolini, candidato alle regionali per il PD nella coalizione di centrosinistra a sostegno di Maurizio Mangialardi sarà ad Ostra, con il sindaco di Ancona Valeria Mancinelli in località Vaccarile, per una conviviale, alle ore 20.00, di martedì primo settembre, per presentare il programma della coalizione per la regione Marche. Saranno presenti il consigliere uscente Enzo Giancarli e il sindaco di Castelplanio, Fabio Badiali.

————————————-

HANNO DETTO…

Francesco Colosi / Il candidato di Fratelli d’Italia alle prossime elezioni regionali, ha inaugurato nella sua città, Tolentino, la propria sede elettorale, in via Pacifico Massi, 13. Alla presenza di tanti simpatizzanti, venuti da tanti comuni della provincia in particolare dall’entroterra stufi di promesse e nessuna certezza per i tempi della ricostruzione. Hanno preso la parola il Segretario Provinciale di Fdi Massimo Belvederesi, l’assessore allo sport di Terni Elena Proietti, l’onorevole Marco Osnato, Francesco Colosi e il candidato Presidente per il centro destra Francesco Acquaroli che ha illustrato il programma elettorale della coalizione . Colosi dopo aver ringraziato i tanti militanti e simpatizzanti intervenuti ha sottolineato l’importanza del cambiamento e l’attuazione del programma proposto da Acquaroli e che come ha amministrato in questi anni prima da consigliere delegato, poi da Presidente del Consiglio Comunale e da tre anni come assessore ai servizi sociali non si risparmierà per contribuire a dare un futuro , alle Marche alla Provincia di Macerata, a Tolentino.

————————————

Loredana Riccio / “Il mondo della scuola nel maceratese oltre a dover fare i conti con il Covid è costretto a superare le criticità dovute ai ritardi nella ricostruzione, alla cronica carenza di personale e di risorse che mette a rischio anche il trasporto scolastico”. È un appello accorato quello che Loredana Riccio, candidata alle Regionali nella lista del PD per la Provincia di Macerata, lancia alle Istituzioni affinché la scuola possa ripartire in sicurezza e con la capacità di dare continuità alle lezioni. “Tutti i soggetti coinvolti – spiega la Riccio – devono fare la loro parte affinché questo avvenga e affinché il tutto resti al riparo da un’emergenza sanitaria che non deve essere comunque dimenticata o sottovalutata. Non ci possiamo permettere un altro anno di Didattica a Distanza e scuole chiuse”. Proprio per fare il punto, nei giorni scorsi, la Riccio e il Pd di Tolentino hanno effettuato una ricognizione sullo stato delle scuole cittadine in un incontro che ha consentito di ascoltare la voce del personale docente, amministrativo e ata, nel corso del quale sono emerse diverse criticità che sono state opportunamente segnalate alle Istituzioni competenti. I problemi più evidenti sono stati riscontrati a causa dell’accorpamento di classi, come ad esempio, al liceo classico di Tolentino, dove le classi sfiorano i 30 alunni, peraltro in aule non idonee al distanziamento fisico. “E dove gli spazi ci sono – aggiunge la Riccio – le aule sono poco funzionali come nello stabile industriale che ospita gli altri licei in attesa della realizzazione, in un incomprensibile ritardo rispetto ai tempi prefissati, del Campus scolastico. I ragazzi seguono lezioni in queste condizioni da più di tre anni”. “L’Ufficio scolastico regionale – conclude la Riccio  deve snellire le procedure di reclutamento e valutare caso per caso, senza affidarsi a medie matematiche, che poi non trovano riscontro nella realtà. Le carenze di personale causerebbero inevitabili e rischiosi disservizi nel percorso didattico. Non meno problematica appare la situazione del trasporto scolastico. Mancano mezzi per consentire il rispetto del distanziamento e ci sono incognite sugli orari. La Regione in questi giorni è impegnata in un dialogo serrato con il Governo che deve essere sensibilizzato ad utilizzare risorse straordinarie nel settore della scuola. Si trattano di spese di investimento sui nostri giovani, sul futuro del nostro Paese”.

—————————————-

Manuela Carloni / Mancano meno di tre settimane all’inizio dell’anno scolastico ed il principale pericolo che affligge le famiglie è il rischio di un repertino dietrofront dopo pochi giorni dalla prima campanella. «Per evitare questo rischio è necessario far dialogare le istituzioni scolastiche, il mondo del volontariato ed il terzo settore, per poter raggiungere le famiglie fornendo loro gli strumenti di supporto per la ripresa dell’anno scolastico» dichiara Manuela Carloni, candidata con il Partito Democratico alle prossime elezioni regionali per la Provincia di Ancona. «È dal dialogo fra istituzioni e cittadini che nascono idee e soluzioni. Per questo il Consiglio Regionale ha approvato recentemente una proposta di legge da me presentata sul tema della partecipazione» le fa eco Antonio Mastrovincenzo, candidato con il Partito Democratico alle prossime elezioni regionali per la Provincia di Ancona.

Lanciano la proposta di Patti di Comunità i due candidati dem Carloni e Mastrovincenzo, ieri pomeriggio alla Chiesa dei Cancelli di Senigallia, in occasione dell’incontro organizzato da Auser ed Anteas, dedicato a Welfare e Terzo Settore davanti ad un pubblico numeroso e rispettoso del distanziamento sociale, al quale ha preso parte anche Fabrizio Volpini, candidato sindaco per il Comune di Senigallia.

———————————–

Dipende da Noi / “La Legge 833/1978 “Istituzione del servizio sanitario nazionale” aveva come principi: l’universalità del diritto alla salute, la dignità e la libertà della persona umana, e l’equità del Servizio Sanitario Nazionale chiamato alla tutela la salute come fondamentale diritto dell’individuo e interesse della collettività, come previsto dall’Art. 32 della Costituzione.

Non solo è necessario ricordarlo in questo 2020, ma il movimento “Dipende da Noi”, consapevole delle crescenti responsabilità e competenze delle Regioni in materia sanitaria e sociosanitaria, vuole ribadire i propri riferimenti valoriali, impegnandosi a perseguire obiettivi coerenti nella nuova legislatura regionale.

Molti degli obiettivi dell’appello RICONQUISTIAMO IL DIRITTO ALLA SALUTE! Per una sanità pubblica, universale, laica, gratuita, sono presenti nel programma del movimento “Dipende da Noi”:

  • una Sanità pubblica e gratuita, accessibile a tutti. Deve essere la Regione a stabilire le prestazioni sanitarie private integrative, governando il convenzionamento e riformando profondamente il sistema regionale delle liste d’attesa;
  • la ridefinizione dell’assetto dei servizi di prevenzione, cura, riabilitazione, ospedalieri e territoriali;
  • il riconoscimento e la valorizzazione del lavoro del personale impegnato nella sanità.

Nell’aderire all’appello, “Dipende da Noi” afferma e conferma la necessità di collaborare tra tutte le forze politiche e sociali che condividono la sostanza di questa idea di salute, con le connessioni e le implicazioni che questo determina nell’organizzazione della vita sociale del territorio regionale”.

————————————–

Sandro Zaffiri / “Ci si sta incanalando verso un pericoloso vicolo cieco che rischia di pregiudicare il corretto e proficuo svolgimento della didattica scolastica e mettere a repentaglio il percorso di socializzazione di tanti giovani e giovanissimi che frequentano gli istituti scolastici marchigiani”. Non va per il sottile Sandro Zaffiri (Lega) nel giudizio sull’ipotesi che si sta delineando a due settimane dalla riapertura delle scuole marchigiane di ogni ordine e grado. “E’ uno scenario che oltre ad essere triste e pericoloso – spiega l’esponente del Carroccio – è frutto dei ritardi e dei mancati investimenti della Giunta regionale uscente nel settore della scuola. L’uso delle mascherine durante i lunghi orari scolastici sarebbe quindi necessario, nella logica del Presidente Ceriscioli, per compensare la scarsa disponibilità di spazi ove svolgere la didattica, come pure quale risposta (pessima!!!) alla scarsa dotazione dei mezzi di trasporto dedicati agli studenti. Un’ultima farsa – rileva Zaffiri – che però potrebbe avere dei risvolti drammatici. Anzitutto per le tante perplessità espresse da una buona fetta della comunità scientifica relativamente ai rischi legati ad un uso prolungato della mascherina, senza poi tralasciare gli aspetti di non secondaria importanza relativi, in primo luogo al corretto svolgimento della didattica giornaliera e in secondo luogo agli enormi limiti alla socializzazione tra compagni di classe ed insegnanti, situazioni che sarebbero entrambe messe fortemente a repentaglio da un utilizzo costante e continuo delle mascherine. Una strada molto accidentata – conclude Zaffiri – che invitiamo i titolari delle scelte a non imboccare per non dovercene poi pentire nel prossimo futuro”.

 

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.altrogiornalemarche.it
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: