Pesaro riparte con cultura e musica: inaugurata l’arena tricolore

Pesaro riparte con cultura e musica: inaugurata l’arena tricolore

PESARO – Inaugurata l’ «arena tricolore» in piazzale della Libertà, allestita con 105 pouf bianchi, rossi e verdi, nel segno della sicurezza. Spiega Matteo Ricci: «La necessità di organizzare questa piazza è dovuta al momento che stiamo vivendo, ma stiamo facendo di tutto per fare rinascere la città. Pesaro è stata duramente colpita e  ha vissuto mesi di grande dolore. Ma oggi è una delle zone più sicure d’Italia, insieme alle Marche: dobbiamo comunicare all’esterno che qui si può venire in vacanza e ognuno può trovare il suo spazio».

Il sindaco ricorda il lavoro per «le nuove isole pedonali in viale Trieste, i servizi base attrezzati nella spiaggia libera, la riorganizzazione del parco Miralfiore con il programma di ‘Miralteatro’». Per cui «non potevamo tenere spento piazzale della Libertà. Con questo allestimento, che ci consente di fare le cose senza abbassare la guardia, si potrà assistere agli appuntamenti e agli spettacoli in sicurezza. Con un numero massimo di persone all’interno dell’arena: un modo per ripartire nel segno della musica e della cultura. E per ribadire che Pesaro è accogliente, aperta e sicura».

Inoltre, «l’allestimento della piazza si lega alla mostra ‘Noi. Non erano solo canzonette’, in corso ai Musei Civici e al Museo Rossini, che racchiude la storia d’Italia tra l’urlo cantato di Modugno del’58 per ‘Nel blu dipinto di blu’ e quello gridato di Tardelli al Mundial dell’82. Ringraziamo Conad per il contributo all’allestimento e Poliplast per la partnership tecnica». Con il sindaco, sul palco, anche il vicesindaco Daniele Vimini, affiancato dal coordinatore eventi del Comune Massimiliano Santini, dal responsabile del Turismo Davide Venturi e dal responsabile di Sistema Museo Luca Montini.

«Piazzale della Libertà ritornerà ad essere luogo di condivisione degli spettacoli nella programmazione, assieme all’associazione degli albergatori. Non era affatto scontato: l’allestimento in sicurezza è responsabile e sostenibile sul piano della gestione delle serate. Lo spazio accoglierà presentazioni di libri, piccoli concerti e altri appuntamenti, ma l’arena sarà anche la sede delle iniziative live che ruoteranno intorno alla grande mostra sulla canzone italiana in corso tra Musei Civici e Museo Rossini», evidenzia il vicesindaco. Quindi la voce narrante di Giuseppe Esposto e le note del trio dell’Orchestra sinfonica Rossini con Valentina Ariemma (voce), Lorenzo Salucci (chitarra) e Francesco Mancini (contrabbasso), a ripercorrere le pagine della musica ispirate alla mostra: da ‘Nel blu dipinto di blu’ a ‘Il cielo in una stanza’, da ‘Abbronzatissima’ ad ‘Azzurro’.

 

 

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.altrogiornalemarche.it
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: