Continuano gli investimenti della Regione sulla mobilità sostenibile

Continuano gli investimenti della Regione sulla mobilità sostenibile

Sollecitato da Boris Rapa l’adeguamento delle infrastrutture connesse alla fase post emergenza Covid 19

ANCONA – Lo scorso 6 maggio in previsione della ripresa delle attività lavorative e della domanda di una  mobilità diversa, più sicura e sostenibile, ho sollecitato la Giunta regionale con una interrogazione – afferma il Consigliere socialista Boris Rapa –  per sostenere la mobilità ciclabile perché non solo più sostenibile ma anche più sicura rispetto al contenimento della epidemia in corso, secondo la crescente domanda da parte dei cittadini. Questo richiedeva un accresciuto impegno sia di progettazione infrastrutturale e di riprogettazione della viabilità esistente che di sostegno all’acquisto dei biciclette anche elettriche in tutti i centri delle Marche esclusi dai provvedimenti governativi (che si ricorda hanno coperto solo due città in tutta la regione).

Oggi con viva soddisfazione – prosegue Rapa – è giunta la concreta risposta positiva della Regione alle mie sollecitazioni; ho infatti ringraziato per l’impegno l’assessore Anna Casini, che ha comunicato che oltre ai 50 milioni di euro già investiti per la realizzazione di nuove piste ciclabili, proprio per far fronte alla rinnovata richiesta di mobilità alternativa post Covid, si sono impegnate altre risorse (per circa 800.000 euro) per la realizzazione di nuovi percorsi ciclabili urbani e al miglioramento della loro sicurezza. Ulteriori 816.000 euro sono stati destinati con delibera del 6 luglio scorso ai comuni con popolazione pari o inferiore ai 20.000 abitanti per interventi di realizzazione e/o miglioramento della mobilità ciclabile locale; a breve sarà pubblicato il relativo bando con premialità alla più rapida attuazione. E’ inoltre del 19 giugno scorso l’accordo negoziato in seno alla conferenza stato regioni per la realizzazioni di “ciclo  stazioni” che consentano una più strutturata e sicura intermodalità nei collegamenti fra stazioni e poli universitari con un finanziamento per le Marche di 1.497.471 euro destinato alle città di Ancona, Ascoli P., Fano, Fermo, Macerata, Pesaro e Urbino, recuperando una dimensione più europea di mobilità dolce della popolazione giovanile e studentesca – ribadisce Boris Rapa -.

Di particolare rilievo anche la notizia che a breve la Giunta regionale approverà, come atteso e sollecitato, “Linee guida per la realizzazione e la segnaletica della Rete ciclabile regionale” così da rendere più omogeneo e sicuro il tessuto delle ciclovie urbane ed extraurbane e da rendere coerente la progettazione in tutte le Marche con l’attuazione di accorgimenti previsti dal Codice della strada a protezione dei ciclisti come la “casa avanzata “ di arresto e la “corsia ciclabile”.

Apprezzamento dal Consigliere Rapa anche per l’esito del bando per sostenere l’acquisto di mezzi “green” come bici e velocipedi elettrici con l’assegnazione di 1.200.000 euro, sollecitato a copertura delle richieste della maggioranza dei cittadini marchigiani altrimenti esclusi dai provvedimenti nazionali destinati alle sole città con più di 50.abitanti. Il bando chiuso il 3 luglio scorso ha visto 3.519 istanze delle quali ad oggi già liquidate 2.000. In conclusione un’ ottima risposta alla sollecitazione che il Consigliere Boris rapa ha raccolto dal territorio e dai cittadini e lodevolmente accolta dalla Giunta regionale e dalla Vicepresidente Anna Casini in particolare che ha sottolineato come le Marche sono attualmente la regione più ciclabile d’Italia.

 

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.altrogiornalemarche.it
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: