Anche Pesaro ha aperto le porte all’innovativa tecnica GreenGraffiti

Anche Pesaro ha aperto le porte all’innovativa tecnica GreenGraffiti

PESARO – Dopo le esperienze positive di Rimini e Riccione, in questi giorni anche Pesaro ha aperto le porte a GreenGraffiti®, una innovativa tecnica sostenibile pensata per comunicare con i cittadini riducendo l’impatto ambientale rispetto alla classica cartellonistica (che ogni anno causa la produzione di tonnellate di rifiuti).

Che cos’è GreenGraffiti? Una tipologia di comunicazione che prevede l’installazione di messaggi sulla superficie di piazze e marciapiedi, attraverso l’ausilio di una pittura completamente naturale a base yoghurt, gesso e cellulosa.
I messaggi si rivolgono ad un pubblico unicamente pedonale, e non destabilizzano dunque il panorama urbano con ingombranti strutture, essendo visibili esclusivamente quando i cittadini vi transitano sopra. Vengono posizionati in punti strategici ma non invasivi per commercianti e cittadini, e possono essere utilizzati sia per attività commerciali che istituzionali, per eventi locali o campagne di sensibilizzazione.

L’installazione come detto avviene grazie a questa miscela naturale e ad un template in alluminio (poi riciclato completamente al termine della campagna) che definisce la grafica del soggetto; la rimozione dei messaggi invece viene effettuata con un semplice getto d’acqua calda ad alta pressione, che ripulisce l’area riportandola al suo stato originario.

In questo momento in giro per Pesaro sono state realizzate 30 installazioni relative al farmaco Ketodol: si tratta di una campagna realizzata contemporaneamente anche in altre 9 città italiane, tra cui Milano, Torino, Padova, Treviso, Napoli, Pomezia, Catania, Varese e Brescia.

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.altrogiornalemarche.it
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: