Coronavirus, Piergiorgio Fabbri propone una commissione speciale per gestire la crisi economico-sociale

Coronavirus, Piergiorgio Fabbri propone una commissione speciale per gestire la crisi economico-sociale

Il consigliere regionale del Movimento 5 Stelle Marche chiede di istituire un organismo a supporto dell’Assemblea legislativa delle Marche per fronteggiare le pesanti ripercussioni su tutti i settori della pandemia da Covid-19

ANCONA – Una Commissione Speciale per gestire la crisi economico-sociale causata dal Coronavirus Covid-19. È quanto propone il consigliere regionale del Movimento 5 Stelle Marche, Piergiorgio Fabbri per fronteggiare le ripercussioni della pandemia sui cittadini, le famiglie e le aziende. Un organismo che opererà a supporto dell’Assemblea Legislativa fino al termine della legislatura.

«Questa commissione speciale, attraverso lo studio e l’indagine micro-economica, elaborerà proposte per la ripresa del tessuto economico-sociale del territorio regionale maggiormente colpito dalla pandemia – spiega Fabbri -. Svolgerà, altresì, funzioni di consulenza sulle politiche di sviluppo e crescita dell’apparato produttivo ed attuerà un’azione di coordinamento tra la Giunta regionale, le Commissioni consiliari e gli stakehorders».

L’esponente pentastellato evidenzia le difficoltà di molti settori economici e l’aumento di patologie legate allo stress e all’isolamento sociale. «I primi tentativi di stimare l’impatto economico dell’attuale emergenza quantificano in alcune centinaia di miliardi di euro a livello nazionale il mancato giro d’affari e fatturato per l’economia nazionale – osserva Fabbri -. Molte associazioni di categoria regionali hanno già segnalato una grave sofferenza economica dei propri iscritti. Si sta riscontrando anche un progressivo aumento del disagio sociale, soprattutto nelle fasce di popolazione più fragile dal punto di vista psicologico, della salute e delle relazioni sociali, che le difficoltà economiche accentueranno ulteriormente. Le ricadute dell’attuale situazione emergenziale sono trasversali a tutti i settori oggetto di intervento regionale (salute, sociale, sanità, bilancio, economia, ambiente, ecc..).

A detta del consigliere regionale, «la Regione, attraverso l’attività svolta sia dalla Giunta che dal Consiglio, deve ripensare a fondo tutte le strategie di governo finora attuate, procedendo anche ad una redistribuzione dei fondi contenuti all’interno del bilancio regionale». Ecco, dunque, l’idea della commissione speciale, in considerazione del fatto che – sempre a detta del proponente –  «occorrerà uno stretto coordinamento tra le attività delle commissioni consiliari al fine di progettare, programmare e realizzare gli strumenti atti a gestire nel migliore dei modi la nuova situazione di crisi esistente».

 

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.altrogiornalemarche.it
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: