Crisi da Coronavirus, positivo per il comparto del turismo organizzato il tavolo di confronto con la Regione: ora servono misure concrete

Crisi da Coronavirus, positivo per il comparto del turismo organizzato il tavolo di confronto con la Regione: ora servono misure concrete

Assoviaggi Confesercenti e Fiavet Confcommercio: “Apprezziamo l’ascolto delle categorie per un comparto che rappresenta in Italia il 13% del Pil. Ora serve un impegno straordinario affinché vengano prese misure straordinarie”

PESARO – La situazione si è ulteriormente aggravata nel fine settimana alla luce di ulteriori gravi restrizioni di Paesi esteri all’accesso dei nostri connazionali, della proroga di alcuni provvedimenti a livello nazionale che riducono i flussi, l’emergere di nuovi preoccupanti focolai in altri continenti, la cancellazione di eventi internazionali, tra cui l’ITB di Berlino Fiera di riferimento per il turismo mondiale.

“Molte imprese del settore – affermano Assoviaggi Confesercenti e Fiavet Confcommercio – registrano un azzeramento dei ricavi con un orizzonte temporale indefinito e stanno sostenendo costi straordinari per riprogrammare, laddove possibile, i viaggi e operare il rimpatrio di turisti italiani, sia alla luce della chiusura di quasi tutte le maggiori destinazioni turistiche outoging, che alla luce delle repentine interruzioni di voli di alcune compagnie aeree.

“Si tratta di una situazione di emergenza senza precedenti. Per questo come operatori del turismo siamo a chiedere un supporto dalle istituzioni, a tutti i livelli, ed in particolare alla Regione Marche di farsi portatrice degli interessi di migliaia di aziende.

Si ritiene utile il tavolo tecnico permanente attivato per assicurare che tutte le categorie coinvolte possano intervenire prontamente sulla base dell’evoluzione dello scenario nazionale e internazionale, nel quale vengano concertate le misure necessarie per il rilancio del settore, senza disperdere tutte le risorse economiche derivanti da fonti europee, nazionali e regionali

“Ben consapevoli che ogni livello istituzionale ha le sue competenze siamo pertanto a sintetizzare le proposte emerse durante il summit in regione alla presenza dell’Assessore Pieroni, il dirigente Orsetti e lo staff dell’Assessorato al turismo:

  1. Estensione alla filiera, senza limitazione territoriale, di drastiche riduzioni delle imposte e dei contributi previdenziali, l’attivazione degli ammortizzatori sociali anche per le PMI, la sospensione del pagamento delle rate di mutui e finanziamenti, contributi economici straordinari (fondo di garanzia ad hoc) e la previsione di misure a supporto anche per i lavoratori autonomi.
  2. Supporto ed intervento presso i Comuni per la sospensione di tutti i tributi locali per almeno 6 mesi.
  3. Rilancio della comunicazione della Regione Marche nel mondo.
  4. Supporto nelle relazioni con il Governo per ottenere misure nazionale efficaci distribuite su tutto il territorio nazionale.
  5. Rimodulazione utilizzo fondi europei, ancora disponibili a fine programmazione”.

 

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.altrogiornalemarche.it
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: