“Il Pd non può cambiare le carte in tavola: serve subito un tavolo del centrosinistra”

“Il Pd non può cambiare le carte in tavola: serve subito un tavolo del centrosinistra”

In vista delle elezioni regionali alcuni partiti e movimenti politici marchigiani hanno sottoscritto un documento

ANCONA – Alcuni partiti e movimenti politici marchigiani hanno sottoscritto un documento, in vista delle elezioni regionali. Si tratta (in ordine alfabetico) di: Art.1 Azione Diem 25 Italia in Comune Le nostre Marche + Europa Uniti per le Marche (Psi, Verdi, Civici).

“Una settimana fa – vi si legge – il Pd Marche ha incontrato i partiti alleati con una precisa indicazione, che a quanto ci è stato riferito era stata condivisa con il Pd nazionale: il modo migliore per unire la coalizione era convergere su un candidato civico, capace di raccontare esternamente una nuova storia del centrosinistra nelle Marche, aperta ai movimenti civici e capace di allargare l’elettorato di riferimento. Abbiamo tutti condiviso questo approccio.

“Non vorremmo – si legge sempre nel documento – che ora si cambiasse questo atteggiamento, per rimettere in discussione quanto deciso pochi giorni fa. Ogni altro percorso, che rischi di far riaprire del tutto il confronto con gli alleati è infatti un regalo al centro destra. Riteniamo quindi opportuno che sia confermata la linea portataci la scorsa settimana da Gostoli in accordo con il Pd nazionale e si converga al più presto su un candidato civico, scelto velocemente all’interno della rosa di nomi autorevoli propostaci per raggiungere una sintesi.

“Altrimenti il rischio è che ogni partito si possa sentire legittimato a presentare proprie candidature e proposte politiche per il governo della Regione, riaprendo un confronto e un dibattito il cui tempo massimo è già scaduto. Per queste ragioni – conclude il documento – riteniamo inoltre opportuno convocare subito il tavolo del centrosinistra”.

 

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.altrogiornalemarche.it
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: